Stefano Piedimonte festeggia l’Aperilibro numero 50

622

Giovedì 28 febbraio lo scrittore napoletano Stefano Piedimonte di nuovo ospite del Gruppo di Lettura a Carmagnola per celebrare il cinquantesimo Aperilibro. Nell’occasione presenterà il suo libro “L’uomo senza profilo”, dedicato al tema delle fake news.

Aperilibro Stefano Piedimonte Carmagnola
Stefano Piedimonte

L’Aperilibro di Carmagnola “riparte” da Stefano Piedimonte, il primo scrittore a partecipare a questo genere di appuntamenti (nell’ormai lontano novembre 2013).
Sarà sempre lui a festeggiare l’appuntamento numero 50, in programma giovedì 28 febbraio, alla Trattoria della Vigna di via San Francesco di Sales 188.

La formula della serata -organizzata dal Gruppo di Lettura di Carmagnola in collaborazione con Bcc di Casalgrasso e Sant’Albano Stura e Mondadori Point, con il patrocinio del Comune- prevede come sempre un’apericena con grosso buffet di antipasti e un primo caldo al costo di 12 euro, acqua e caffè inclusi. A seguire -intorno alle 21- la chiacchierata con lo scrittore.

Stefano Piedimonte è nato a Napoli nel 1980. Ha lavorato per quotidiani e settimanali. Ha pubblicato i romanzi Nel nome dello Zio (Guanda, 2012), Voglio solo ammazzarti (Guanda, 2013), L’assassino non sa scrivere (Guanda 2014), Miracolo in libreria (Guanda, 2015), L’innamoratore (Rizzoli ,2016). I suoi articoli e racconti sono usciti su Corriere della Sera, L’Unità, Il Mattino, Il Corriere del Mezzogiorno, Cosmopolitan, Donna Moderna e Gioia. Vive a Milano.

Questo è il suo libro “L’uomo senza profilo”, una parabola sulla grande verità delle fake news, quando Internet ha ragione ed è la realtà che ha torto. 
«Quello che so è che mi chiamo Piedimonte. Di più, non posso garantire»: lo scrittore si è ridotto così, steso sul letto nel suo monolocale di periferia, a dubitare del proprio passato, del proprio presente e della propria stessa identità, in compagnia di un cucciolo di bassotto forse immaginario.
Come può essere successo? C’entra uno studente universitario che, per un esame, ha ricevuto il compito di compilare la voce Stefano Piedimonte su Wikipedia. C’entra un’incredibile serie di false informazioni biografiche comparse online in pochissimo tempo. C’entrano anche una cassiera ispanica salutista, una terrazza frequentata da intellettuali poco raccomandabili, un nonno che a Napoli faceva il bagno sotto le bombe… C’entrano i casi della vita, insomma. Ma quale vita? Quella che ricorda lui o quella che racconta la Rete?

Umorismo e nichilismo, imperfezione e ambizione, trappole del virtuale e agguati della dura realtà si intrecciano in un’aspra commedia metropolitana che plasma dalla percezione, dal ricordo, dalla biografia famigliare un’ammaliante materia narrativa“, sottolineano gli organizzatori del Gruppo di Lettura.

Per via dell’alto numero di partecipanti e in considerazione del numero di posti limitati conviene prenotare al più presto al numero 392-5938504.