To Play e le altre fiere del gioco: quando lo svago anima la vita

40
To Play Torino
To Play Torino

In un mondo sempre più dominato da videogiochi, schermi, luci, grafica 3D, realtà aumentata e iper realismo, c’è una parte di gamers che non vuole arrendersi alla tecnologia e prova ancora gusto e piacere nell’affrontare avventure ludiche sul tabellone di un gioco da tavolo. E c’è un evento che riunisce “sotto lo stesso tetto” questi grandi appassionati dei giochi tradizionali. Si tratta di To Play, una kermesse, a ingresso gratuito, che ha come obiettivo il gioco così com’è, uno strumento di unione, divertimento e scambio di idee. La cosa ancora più bella di questa manifestazione è la semplicità dell’ambiente, scevro da ogni tipo di agonismo a tutti i costi ma improntato al puro svago con tutti i livelli di pratica, adatto tanto ai neofiti quanto agli esperti, agli amatori e ai semplici appassionati. Tutto con il solo scopo di far conoscere il mondo del gioco di ruolo e da tavolo a quante più persone possibili, condividendone la passione.

To Play: solo il piacere del gioco

La kermesse di To Play nasce dall’idea dell’associazione di giochi di ruolo “FortunaDado” nel 2017, a Torino. L’idea originaria era quella di unire le persone e aprire la mente attraverso il gioco di ruolo, quindi la fantasia, l’immaginazione e il divertimento. Un samurai, un pirata dei sette mari, un militare di un futuro lontano o un eroe leggendario. Nei giochi di ruolo si può essere quel che si vuole e grazie a questo si stringono nuove amicizie, facilitando l’avvicinamento dei principianti a un divertimento intelligente ma allo stesso tempo semplice. In un mondo sempre più digitale e a distanza, è bello poter constatare come ci siano iniziative ed eventi basati sui giochi di ruolo e da tavolo più famosi. Talmente famosi che anche altri settori del mondo del gaming ne hanno fatto un simbolo indiscusso. Vedasi, per esempio, Monopoly e Jumanji, due titoli sui quali sono stati costruiti anche videogames e slot machine digitali, facenti parte del palinsesto di alcuni dei portali a tema più importanti del nostro paese e provabili attraverso dei giri gratis senza deposito messi a disposizione degli utenti. Ma To Play non è solo il luogo dei giochi da tavolo, l’intenzione è quella di informare e socializzare attraverso conferenze e incontri d’autore. Tutti, possibilmente, con il proprio costume da cosplay nella splendida ambientazione naturale del parco della Tesoreria di Torino.

Non solo To Play: le altre fiere del gioco

I giochi da tavolo sono una grande passione per tante persone. Una passione sana che non crea dipendenza, senza controindicazioni che anzi spinge alla socialità, allo svago e al divertimento. Ed è anche per questo che negli ultimi dieci anni si sono moltiplicati i festival e le fiere del gioco in tutta Italia, diventando sempre più un appuntamento fisso, un momento imperdibile per i tanti amatori del genere. Su tutti c’è il Lucca Comics and Games, un must per tutti gli appassionati di cosplay, giochi da tavolo, fumetti, anime e gaming in generale. Una fiera che diventa ogni anno sempre più grande e partecipata, sia per quanto riguarda il pubblico, sia per gli ospiti, ogni volta più famosi e coinvolgenti. Naturalmente questa fiera diventa anche l’occasione per tante aziende di presentare le proprie novità in fatto di giochi, upgrade, aggiornamenti e merchandising. Insieme all’evento di Lucca c’è sicuramente il Play Modena, un appuntamento considerato spesso come il salone principale dei giochi da tavolo. Una fiera del settore che si tiene ogni anno normalmente nel mese di aprile. Inoltre, importanti sono anche il Napoli Comicon, forse la fiera del fumetto e del gioco più importante del Sud Italia, una realtà in costante crescita che vuole proporre non solo i temi del genere da un punto di vista occidentale ma informare e formare il pubblico a una visione di questo mondo inserito nella cultura asiatica e, più in generale, in quella pop.