Ultima seduta del 2018 per il Consiglio comunale

260

All’ordine del giorno nove interpellanze -tra cui una sulla logistica LIDL- ma anche la ratifica della convenzione per costruzione della Variante Est.
In apertura di seduta verrà consegnato il Delfino d’Oro 2018.

 

Consiglio comunale CarmagnolaMartedì 18 dicembre, a partire dalle ore 20, è chiamato a riunirsi il Consiglio comunale di Carmagnola, per l’ultima seduta ordinaria dell’anno.
Tra i principali punti all’ordine del giorno vi sono nove interpellanze -tra cui una del PD sulla recente proposta di insediare in città una piattaforma logistica LIDL- e la ratifica della convenzione per costruzione della Variante Est.

La seduta si aprirà però -prima dell’avvio dei lavori istituzionali- con la cerimonia di consegna del Delfino d’Oro, che quest’anno verrà assegnato all’ex sindaco Felice Giraudo, fondatore e presidente di Assocanapa, e all’imprenditore e benefattore Sandro Magagna.

Al termine della premiazione, dopo eventuali comunicazioni del presidente del Consiglio comunale Paolo Sobrero e del sindaco Ivana Gaveglio, la Giunta sarà chiamata a rispondere alle interpellanze presentate dai consiglieri di opposizione.

Sei provengono dal Movimento 5 Stelle, e riguardano, tra l’altro, l’incrocio di via Poirino nei pressi del Bennet, il ripristino dei dossi, la pulizia dei mercati, le funzioni e il regolamento delle Giav. Sempre dai banchi grillini, anche la richiesta di chiarimenti rispetto alle comunicazioni con i consiglieri comunali e di aggiornamenti sullo stato dei lavori all’asilo Sant’Anna in via Donizetti.

Il Partito Democratico, invece, ha presentato tre interpellanze. Una riguarda il presunto furto di energia elettrica in via Pramorano, un’altra l’annunciato progetto di realizzazione del cosiddetto “Sport Hub” e l’ultima, sicuramente la più attuale, è a proposito del possibile insediamento della nuova piattaforma logistica LIDL per il nord-ovest.

In merito a quest’ultimo tema, i consiglieri del PD evidenziano alcune perplessità: “L’insediamento risulta di grande entità, con sicuro impatto sull’ambiente e sul traffico pesante, e richiede il quasi raddoppio dell’altezza massima consentita per i fabbricati -si legge nel testo dell’interpellnza- Riteniamo che dovrebbe essere prioritaria la riduzione del consumo di suolo, valutando possibili collocazioni alternative e incentivando il recupero di aree industriali dismesse“.
E concludono: “Vogliamo sapere quali benefici porterà nel tempo quest’opera ai cittadini carmagnolesi e quali saranno invece le ricadute negative nel medio e lungo periodo“.
La seduta di martedì del Consiglio consentirà anche all’Amministrazione Gaveglio di relazionare sull’esito della conferenza tecnica, in programma domani.

Dopo il “question time”, la seduta del Consiglio proseguirà fino a esaurire i restanti punti in programma, tra cui vi è anche la proposta di approvazione della bozza di convenzione per la realizzazione della Variante Est tra Ministero Infrastrutture e Trasporti, Autostrada dei Fiori, Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e Città di Carmagnola, come annunciato dal sindaco Gaveglio nelle scorse settimane.

In discussione anche una modifica al regolamento del Consiglio comunale, la revisione delle partecipazioni comunali, l’individuazione del vincolo di destinazione per gli investimenti e l’adesione al programma Unicef “Le città amiche delle bambine e dei bambini” (Child-Friendly Cities), con adozione del relativo documento programmatico.