Un corso di guida dei mezzi di soccorso per la Croce Verde di Vinovo

564

La Croce Verde Vinovo Candiolo Piobesi ha partecipato ad un corso per formatori degli autisti dei mezzi di soccorso, organizzato dall’Anpas piemontese e della Croce Verde di Torino.

piobesi torinese vinovo candiolo croce verde formazione anpas piemonte autisti mezzi soccorso
Uno scatto dal corso di formazione organizzato da Anpas dedicato ai nuovi formatori per gli autisti dei mezzi di soccorso, a cui ha partecipato anche la Croce Verde di Vinovo, Candiolo e Piobesi (foto: Anpas Piemonte)

La Croce Verde Vinovo Candiolo Piobesi ha partecipato al corso di guida in sicurezza dei mezzi di soccorso, organizzato dall’Anpas della Regione Piemonte. Il corso era rivolto a volontari e dipendenti delle varie Associazioni Anpas, per inserire nei gruppi nuovi formatori di autisti.

Le lezioni, sia teoriche che pratiche con prove di guida, sono state tenute dai formatori della scuola guida “Luigi Vigna – Ilario Naretto” dell’Anpas Piemonte e della Croce Verde di Torino, e in tutto i partecipanti hanno assistito a trenta ore di corso. “Il corso ha provveduto a istruire i formatori autisti per l’abilitazione alla guida dei mezzi di soccorso delle pubbliche assistenze piemontesi, ai quali sarà chiesto di trasferire le nozioni acquisite al personale volontario e non delle proprie Associazioni di appartenenza“, spiega Massimiliano Manzini, della scuola guida in cui si sono svolte le lezioni.

Anche la Croce Verde Vinovo Candiolo Piobesi ha preso parte al progetto, con altri numerosi comitati sia del Piemonte che della Valle d’Aosta; in tutto hanno partecipato oltre venti tra volontari e dipendenti. L’Anpas piemontese, infatti, rappresenta oggi 82 Associazioni di volontario, con dieci sezioni distaccate; in tutto i volontari sono più di diecimila, i soci oltre cinquemila e si contano ben 670 dipendenti. Anche i numeri legati ai mezzi di soccorso sono notevoli: l’Associazione Anpas può contare su oltre 900 mezzi tra ambulanze, veicoli per il trasporto di persone con disabilità e quelli per il trasporto di persone e di protezione civile, oltre a due imbarcazioni.

Asl TO5, mancano 23 medici di famiglia

Si tratta di un percorso formativo molto impegnativo e selettivo, in quanto, oltre a buone capacità di comunicazione e relazione, è indispensabile avere un’ottima predisposizione a variare le abitudini di guida adottate e divenute ormai automatiche. La conduzione di un’ambulanza, infatti, richiede attenzione, concentrazione e autocontrollo -spiega Massimiliano Manzini, direttore della scuola guida per conducenti dei mezzi di soccorso dell’Anpas Piemonte e della Croce Verde di Torino- Con il corso si intende aggiungere all’esperienza di ognuno la conoscenza tecnica del veicolo che si utilizza e delle sue reali possibilità, insieme alle corrette tecniche di guida. Una guida fluida, il giusto utilizzo di acceleratore, sterzo e freno, possono influire positivamente sugli occupanti del veicolo“.

Come comunicato da Manzini il corso è stato organizzato nel decimo anno di attività della scuola guida di cui fa parte: “In dieci anni abbiamo formato circa 1600 autisti di tutte le Associazioni Anpas del Piemonte e altri della Sardegna e della Valle d’Aosta -racconta ancora Massimiliano Manzini- Ringraziamo GTT (Gruppo Torinese Trasporti) e Cnh Industrial Village di Torino per aver concesso gratuitamente i loro ampi spazi per la predisposizione dei circuiti di prova del corso di guida“.

Un bando a Vinovo per affidare terreni comunali a giovani agricoltori