Virle Piemonte: un sottopasso idraulico contro le alluvioni

177

Il Comune di Virle Piemonte ha approvato il progetto per realizzare un sottopasso idraulico, ideato per far fronte alle alluvioni: sarà candidato a un bando della Fondazione Crt.

Virle sottopasso idraulico
Il Comune di Virle Piemonte partecipa al bando della Fondazione Crt per opere di tutela idrogeologica. Obiettivo: realizzare un sottopasso idraulico. (Foto di Enrico Cairoli – Comune di Virle Piemonte)

Il Comune di Virle Piemonte si candida al bando della Fondazione Crt per la realizzazione di un sottopasso idraulico nei pressi della chiesa di Sant’Antonio.

Il bando è destinato ai piccoli Comuni di Piemonte e Valle d’Aosta, con meno di 5.000 abitanti, ed è destinato alla messa in sicurezza del territorio dal punto di vista idrogeologico con opere di manutenzione straordinaria e infrastrutture.

Speriamo che la Fondazione ritenga il nostro progetto meritevole del finanziamento -commenta il sindaco Mattia Robasto Esso raggiunge gli scopi del bando: abbiamo un’alta quota di co-finanziamento e, a regime, il progetto coinvolgerebbe due associazioni del territorio per il suo funzionamento e la sua manutenzione: il Consorzio irriguo e la Protezione Civile di Virle”.

Il sottopasso idraulico sarebbe realizzato nella zona del territorio di Virle in cui si trova la chiesa di Sant’Antonio: si tratta di un crocevia delicato, dato che è il punto d’incontro di tre strade provinciali, nonché confluenza di due canali, uno irriguo e uno di scolo.

Inoltre, spesso, sotto la rotonda sono presenti ostruzioni che ostacolano il passaggio dell’acqua e in occasione di alluvioni ciò porterebbe all’allagamento delle case su via Vigone.

Proseguiamo ad amministrare alla nostra maniera, con gli occhi puntati su tutte le occasioni esterne di finanziamento, fondamentali per un Comune come il nostro -aggiunge Robasto- Il nostro bilancio comunale, infatti, non lascia molto spazio a investimenti di grande portata: è quindi necessario trovare modalità diverse per poter realizzare investimenti e opere di manutenzione straordinaria del territorio”.

Dalla Liguria alla Calabria attraversando lo Stivale: è rischio idrogeologico per il 91% dei Comuni italiani