Virle, venerdì 10 in scena uno spettacolo per la Giornata della donna

328

Venerdì 10 marzo a Virle Piemonte andrà in scena lo spettacolo “Vi racconto una donna… Una donna ciclista” di Claudio Tartaglino, in occasione della Giornata internazionale della donna. L’appuntamento è alle ore 18 nell’aula magna della scuola dell’infanzia virlese.

virle piemonte spettacolo claudio tartaglino giornata internazionale donna otto marzo
Venerdì 10 marzo, in occasione della Giornata internazionale della donna, Claudio Tartaglino propone a Virle Piemonte lo spettacolo “vi racconto una donna… Una donna ciclista”

In occasione dell’otto marzo, Giornata internazionale della donna, il Comune di Virle Piemonte e l’Associazione Proloco hanno organizzato la presentazione di uno spettacolo ideato da Claudio Tartaglino.

Vi racconto una donna… Una donna ciclista” è il titolo dello spettacolo previsto per venerdì 10 marzo, alle ore 18, nell’aula magna della scuola dell’infanzia virlese; l’ingresso è libero. Lo spettacolo è scritto e interpretato da Claudio Tartaglino e ha come protagonista una donna, Alfonsina Strada, una delle prime cicliste in Italia a partecipare a gare maschili come il Giro d’Italia e ritenuta anche tra le pioniere della parità nello sport tra donne e uomini.

Negli ultimi anni mi sono dedicato all’ideazione di monologhi legati a donne che si sono distinte nello sport, quando erano pioniere assolute in questo ambito -racconta Claudio Tartaglino, che si diletta di teatro amatoriale ed è colui che ha ideato questo spettacolo- Sono monologhi che quindi trattano anche di storie di sfide alle convenzioni sociali maschiliste“.

L’8 marzo Tartaglino sarà nel castello della Rovere a Vinovo per uno spettacolo incentrato su una donna alpinista; il 10 sarà il turno di Virle con la ciclista Alfonsina Strada. “Sono due monologhi diversi, entrambi di un’ora circa, che raccontano storie vere con un tocco di romanzo. Racconto le imprese di queste donne contestualizzandole sia nel loro percorso di vita sia nei tempi e nei luoghi in cui hanno vissuto; sono storie vere con un tocco di romanzo“, specifica ancora l’autore.

Lo spettacolo prevede l’uso di poche foto e nessun sottofondo musicale: al centro c’è la parola del monologo scritto da Tartaglino. “Gli spettacoli che propongo sono gratuiti: il mio intento è promuovere il valore delle parole e dell’ascolto -conclude l’autore- Il titolo ‘Vi racconto una donna…’ è sempre presente perché voglio aprire un ciclo legato alle biografie delle donne, per raccontare le loro storie senza tradire quanto hanno compiuto, ma interpretandole a modo mio quanto è possibile“.

Piobesi, giovedì in biblioteca un libro sulla prima donna sul Monviso