Due milioni di turisti in Piemonte nei primi mesi del 2023

401

È cresciuto, rispetto allo scorso anno, il turismo in Piemonte: tra gennaio e maggio sono arrivati oltre 2 milioni di turisti per 5 milioni di pernottamenti.

Aumentano gli arrivi di turisti in Piemonte

Sono estremamente positivi i dati diffusi da Regione Piemonte e VisitPiemonte per quanto riguarda il turismo nei primi cinque mesi del 2023: tra gennaio e maggio sono arrivati oltre 2 milioni di turisti per 5 milioni di pernottamenti; solo tra aprile e maggio gli arrivi sono stati oltre 1.080.000 e 2.760.000 i pernottamenti, con un aumento del 14 e dell’11 per cento rispetto all’anno precedente; la crescita è del 37 per cento se si considerano solo gli arrivi dall’estero.

“Si tratta di numeri che confermano l’ottima crescita delle performance turistiche del Piemonte, dopo la crescita registrata nel 2022, quando si sono raggiunti 5,5 milioni di arrivi e quasi 15 milioni di presenze, segnando un aumento del 3,3 per cento rispetto al 2019 e del 56 per cento rispetto al 2021. Mentre l’Italia nel suo complesso nel 2022 ha raggiunto risultati ancora in difetto rispetto al livello pre-Covid con un saldo di presenze pari a -8 per cento, il Piemonte ha superato quei numeri e continua a crescere”, commenta il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio.

Analizzando nel dettaglio il fenomeno, la Germania è il primo mercato di provenienza estera, seguita da Svizzera, Francia, Regno Unito e Paesi Bassi, che incrementano i loro arrivi e presenze di oltre il 20 per cento rispetto allo stesso periodo del 2022. Al sesto posto si piazzano gli Stati Uniti d’America con un incremento di circa il 50 per cento.

Piemonte: entro il 2024 duemila assunzioni tra il personale medico

In base all’elaborazione dell’Osservatorio Turistico della Regione Piemonte si evidenzia che sono in crescita tutti i prodotti turistici. La zona dei laghi registra nella primavera 2023 un incremento del 19 per cento per gli arrivi e del 28 per cento per le presenze rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; la montagna registra una variazione positiva per gli arrivi e un incremento nei pernottamenti: +5 per cento di arrivi e +8 per cento di presenze rispetto allo stesso periodo del 2022; è positiva anche la performance delle colline piemontesi, dove si registra un aumento del 9 per cento di arrivi e dell’11 per cento di pernottamenti rispetto allo stesso periodo dell’anno passato; Torino e la prima cintura dimostrano un incremento del 17 per cento di arrivi e un leggero calo in termini di pernottamenti.

Sempre in base ai dati elaborati dall’Osservatorio Turistico della Regione Piemonte, si evidenzia che nel periodo aprile-maggio 2023 il monitoraggio delle recensioni online conferma l’aumento dei visitatori in Piemonte: il numero di recensioni, che è direttamente correlato agli arrivi turistici, in questi due mesi è aumentato del 10 per cento rispetto allo stesso periodo del 2022. In particolare sono cresciute del 6,7 per cento quelle relative alla zona dei laghi, dell’8 per cento quelle per la montagna, del 10,2 per cento quelle per la zona delle colline e dell’11,8 per cento quelle di Torino e prima cintura. Si tratta, nella stragrande maggioranza dei casi, di recensioni positive. Il sentiment per il “prodotto Piemonte” nel suo complesso – ricettività, ristorazione e attrazioni – è pari a 87,2 punti su 100, superiore a quello dell’Italia, pari a 86,7/100. Per quanto riguarda il comparto ricettività il Piemonte raggiunge 85,1 punti su 100 contro gli 84,5 dell’Italia.

A conferma dei risultati della primavera, sono favorevoli anche le tendenze per i prossimi mesi estivi: per il primo week end di luglio, ad esempio, sulle piattaforme online (Online travel agency, Ota) che offrono circa il 40 per cento delle camere disponibili in Piemonte, risultava prenotabile solo una camera su 4, mentre per Torino, dove l’offerta online rappresenta il 63 per cento delle camere totali, quelle ancora prenotabili erano circa il 40 per cento.

Parte il progetto “Sviluppo Impresa Piemonte” per sostenere le pmi

I risultati positivi per quanto riguarda la presenza di turisti arrivano alla vigilia del ritorno della promozione del Piemonte sulle reti Rai, Mediaset e La7.

“Il Piemonte torna protagonista sulle reti televisive. Sulle reti Mediaset vanno in onda gli spot pubblicitari durante i servizi del meteo -illustra l’assessora al Turismo Vittoria Poggio- Sulla Rai invece saremo presenti con vari servizi su Camper e su Linea Verde Estate. Questa programmazione televisiva ci permetterà di attrarre nuovi visitatori, o far scoprire nuovi angoli del nostro territorio a chi già lo conosce, grazie ai contenuti puntuali delle trasmissioni e agli spot pubblicitari. Lo scorso anno, come testimoniano i dati, abbiamo tratto un grandissimo beneficio di presenze grazie alla comunicazione televisiva quindi siamo certi di aver intrapreso la strada giusta”.

Aggiunge Beppe Carlevaris, presidente del consiglio di amministrazione di VisitPiemonte: “Dopo gli ottimi risultati turistici dei mesi primaverili, ci aspettiamo un’altra stagione di grandi soddisfazioni, grazie all’intensa attività di promozione all’estero in fiere, workshop e incontri e agli investimenti pubblicitari pianificati per la campagna dell’estate 2023, declinata sui temi chiave gusto, Unesco, arte e cultura, outdoor. Per i mercati internazionali abbiamo studiato campagne digitali sui social media nell’area di lingua tedesca, Francia, Regno Unito, Paesi Scandinavi e Spagna, oltre alla realizzazione di contenuti ad hoc sulle peculiarità turistiche dei territori piemontesi”.

Dalla Regione 43 milioni per scuole, edifici pubblici e impianti sportivi