Centri estivi e anno scolastico 2020-2021 a Ceresole d’Alba, i dettagli

357

Il Comune di Ceresole d’Alba informa le famiglie in merito a centri estivi, rimborsi e nuovo anno scolastico 2020-2021.

anno scolastico 2020 2021 Ceresole d'Alba servizi scolasticiIl Comune di Ceresole d’Alba informa le famiglie in merito alle ipotesi relative al nuovo anno scolastico 2020-2021, relativamente a micronido, scuola materna, scuole elementari e medie, nonché per quanto riguarda servizi di prescuola, doposcuola ed estate ragazzi.

L’Amministrazione comunale di Ceresole d’Alba si sta muovendo da qualche settimana per capire come farli ripartire dopo l’emergenza Covid-19 -spiegano dal Comune- L’obiettivo è dare un servizio alle famiglie, specie per chi lavora, creare momenti di socialità per i ragazzi e ragazze costretti a stare in casa e a casa da scuola. Il tutto in sicurezza e rispettando le normative. Si può immaginare come non sia semplice e che questo comporti costi economici e sforzi da parte di tutti gli operatori scolastici e delle famiglie“.

Questi i dettagli dei vari interventi, che verranno realizzati in stretta collaborazione con gli istituti scolastici.

Nuovo anno scolastico
L’Amministrazione sta predisponendo una variazione di bilancio che prevede una somma importante per supporto servizi scolastici, predisposizione locali in sicurezza, strumenti per rilevazione temperatura e così via.
Le risorse provengono da risparmi, da finanziamenti statali e regionali o da risorse proprie. Appena saranno note le linee guida potremo lavorare dal punto di vista di locali -spiegano dal Comune- Per fortuna i nostri servizi scolastici dispongono di spazi (molte aule, palestra, impianti sportivi all’aperto, giardino). La scuola materna dispone di locali e insieme al nido di un cortile e della piazza Scacchi entrambi protetti, il centro giovani e biblioteca adiacente. Inoltre sono disponibili i locali del MuBatt e del municipio. Lo spazio fisico per lavorare in sicurezza non manca, compresi gli spazi aperti“.

Nel caso si dovesse proseguire con le lezioni da casa, l’Amministrazione si sta muovendo per potenziare la connettività della scuola, con un accordo con il gestore. Le famiglie dovranno a loro volta dotarsi di strumenti come pc o tablet, e adeguata connettività.
Cercheremo di dare supporto a chi dovesse trovarsi in stato di necessità per l’acquisto e per l’uso degli strumenti“, promettono dalla Giunta Olocco.

Servizi scolastici
L’intenzione è di confermare tutti i servizi scolastici: doposcuola, prescuola, scuolabus, mensa.
Stiamo attendendo le linee guida per organizzarli al meglio e in sicurezza. Ad oggi non possiamo che esprimere la volontà di farli ripartire tutti“.

Centri estivi ed estate ragazzi
Ci stiamo muovendo con la cooperativa Alice per il micronido, con la scuola materna Artuffi e con le cooperative per l’organizzazione di centri estivi -spiegano dal Comune di Ceresole- L’ipotesi a cui stiamo lavorando è di far partire centri estivi da 0 a 14 anni con le varie strutture e divisi in gruppi. E’ probabile ci sarà un aumento di spese per la presenza di personale aggiuntivo e sarà una estate ragazzi con meno gite, piscine e svaghi, almeno fino a quando non cambierà la situazione sanitaria“.

Dal punto di vista economico, l’Amministrazione ha intenzione di supportare le famiglie con integrazioni da parte del Comune e partecipando a bandi di Fondazioni bancarie e Regione. Non va inoltre dimenticato che il bonus “baby sitter” previsto dal Governo può essere richiesto dalle famiglie anche per frequentare i centri estivi.

Anno scolastico in chiusura
Per quanto riguarda i servizi scolastici dell’anno scolastico in corso 2019-2020 e relativi pagamenti, il Comune di Ceresole d’Alba ha deliberato il pagamento tariffe scuolabus con riduzione della quota da pagare proporzionale ai mesi di servizio non usufruito. Il pagamento dovrà avvenire a fine anno scolastico.
E’ stato anche richiesto alla Cooperativa Vola di restituire la quota parte di iscrizione per il doposcuola versata anticipatamente dalle famiglie o, in alternativa, di riconoscere un buono per il prossimo anno scolastico.
Infine, per i buoni mensa, il residuo pre-pagato verrà automaticamente ribaltato sul conto del prossimo anno scolastico.

Per informazioni, è possibile fare riferimento a Laura Granato, Elio Becchis o Laura Burzio dei servizi demografici del Comune.