Asl TO5: vaccino a un cittadino su quattro, cala la pressione sugli ospedali

975

I nuovi dati forniti dall’Asl TO5 per l’area carmagnolese e chierese indicano che una persona su quattro ha ricevuto almeno una dose di vaccino. Migliora intanto la situazione negli ospedali, a partire dalle terapie intensive.

Asl TO5 vaccino
Il centro vaccinale dell’As TO5 in piazza Antichi Bastioni: Carmagnola ha effettuato finora oltre 5 mila vaccini

Notizie positive sul fronte della lotta al Covid-19 nel territorio dell’Asl TO5, dove un cittadino ogni quattro ha ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre è in diminuzione la pressione ospedaliera.

Sono salite a 73.838 le persone sottoposte finora a vaccinazione contro il Coronavirus, con un ritmo di circa duemila dosi somministrate al giorno nell’ultima settimana. Di queste, in quasi 23 mila hanno già ricevuto anche la seconda dose, mentre poco più di 48 mila ne hanno ricevuta una.

Per quanto riguarda le fasce d’età, ammontano a 30.562 gli anziani over 80 che sono stati vaccinati, di cui circa due terzi con una dose e un terzo già completamente immunizzato.

Vaccino anti-Covid agli anziani over 80, buona la prima a Carmagnola

Poco più di 7 mila, invece, le persone tra i 70 e i 79 anni. Le altre vaccinazioni riguardano il personale sanitario, i malati gravi e i disabili, oltre a forze dell’ordine, volontari del soccorso, personale scolastico e protezione civile.

A livello territoriale, Carmagnola ha somministrato oltre 5 mila vaccini; quasi 1.600 sono stati inoculati nel centro vaccinale di Vinovo, circa 900 in quello di Carignano e 700 a Santena.

Inaugurato il nuovo centro vaccinale di Vinovo

Con i dati dei contagi Covid-19 in calo su gran parte del territorio carmagnolese, iniziano a “respirare” anche gli ospedali, a partire dalle terapie intensive, dove sono ora liberi sei posti su 21 disponibili in totale. Il San Lorenzo di Carmagnola (Covid Hospital) conta 115 posti occupati su 119, mentre sono 53 su 59 a Chieri e 59 su 69 a Moncalieri.

Si può dire che la situazione sia in leggero miglioramento, almeno a livello di tendenza“, confermano dall’Azienda sanitaria locale.

L’auspicio è che tale trend possa rafforzarsi ancora nei prossimi giorni -nonostante il passaggio della Provincia di Torino in zona arancione e la riapertura di gran parte delle scuole- in parallelo a un’ulteriore crescita dei vaccini.

In retromarcia i contagi Covid-19 nel Carmagnolese