Carmagnola, bosco urbano: la replica dell’assessore Gerbino a Frappampina

192

L’assessore Roberto Gerbino risponde alle affermazioni sul bosco urbano di Carmagnola del consigliere Roberto Frappampina: “le piante stanno crescendo bene, rispettiamo i tempi della natura”.

bosco urbano carmagnola
Il bosco urbano di Carmagnola ieri, 5 maggio 2022 (foto di Roberto Gerbino, assessore all’ambiente)

Dopo le osservazioni mosse dal consigliere di opposizione Roberto Frappampina (Il futuro di Carmagnola), l’assessore all’ambiente Roberto Gerbino interviene nuovamente sul tema del nascente bosco urbano di Carmagnola.

Ringrazio Frappampina per essersi recato in visita al bosco, dimostrando sensibilità al tema, e lo rassicuro ancora sull’attenzione posta dal mio Assessorato, andando a precisare nuovamente alcuni punti forse non adeguatamente approfonditi in Consiglio comunale“, esordisce Gerbino.

Bosco urbano di Carmagnola, Frappampina: “serve maggiore attenzione”

Il primo tema è quello legato alla recinzione dell’area, intervento richiesto da Frappampina ma non attuato dalla Giunta comunale. “La differenza tra bosco e parco è proprio che il bosco è un luogo libero e cresce in libertà, con la previsione solo di alcuni percorsi; il parco invece richiede una recinzione per i servizi che ha all’interno e le diverse aree giochi -specifica l’assessore all’ambiente- Per questo non è prevista alcuna recinzione dell’area tra via Almese e via Valperga“.

Il capogruppo de “Il futuro di Carmagnola” denunciava anche la presenza di alcune piante danneggiate e la mancanza di diverse protezioni. “Le dieci piantine danneggiate stanno mettendo le gemme, seppur piccole, e ricordo che nell’appalto era previsto l’accrescimento dell’80% delle piante: siamo perciò ben oltre i parametri -prosegue Gerbino- Le protezioni risultano adeguate allo scopo per cui sono state posizionate da chi svolge abitualmente tale attività“.

Bosco urbano di Carmagnola: diversi i danneggiamenti causati da animali

Infine il tema dell’erba alta, che Frappampina ha indicato come segnale di scarsa attenzione nei confronti del bosco urbano carmagnolese.

Il taglio dell’erba, come già detto in Consiglio, finora non è ancora stato fatto per non scoprire troppo il terreno e creare problemi di screpolatura del prato con scoprimento radici degli alberi e rischio di ulteriore moriamoci -conclude l’assessore all’ambiente- Rassicuro quindi ancora che il bosco sta crescendo bene e che sarà, con i tempi della natura, un bel polmone verde per la nostra città“.

Agricoltura e Ambiente, le sfide da assessore di Roberto Gerbino