Caramagna Piemonte: si ricandida il sindaco Maria Coppola

449

Il sindaco uscente di Caramagna Piemonte, Maria Coppola, che si ricandida con la lista “Insieme per Caramagna”, si presenta a “Il Carmagnolese”.

La lista “Insieme per Caramagna”, guidata da Maria Coppola, è costituita da Giacomina Alessio, Giorgio Becchio, Luigi Chiaraviglio, Dario Colombano, Luigi Demarchi, Giuseppe Galleano, Andrea Ingaramo, Sabrina Ingaramo, Luca Monte, Daniela Oddenino, Marco Osella e Maria Teresa Picco.

“Il Carmagnolese” ha intervistato Maria Coppola, sindaco uscente di Caramagna Piemonte, che alle elezioni del 3 e 4 ittobre 2021 concorrerà per il secondo mandato con la lista “Insieme per Caramagna.

Perché ha deciso di ricandidarsi?
Ho deciso di ricandidarmi poiché voglio chiudere il mio percorso nella politica, molto lungo: sono entrata nell’amministrazione comunale nel 1995 e per anni sono stata all’opposizione, prima di diventare vicesindaco e infine sindaco.
La mia squadra e gli abitanti di Caramagna mi hanno chiesto di rimettermi in gioco e ho intenzione di riprovarci. Spero di poter dare ancora un contributo alla città, nei prossimi cinque anni, che saranno molto difficili a causa della pandemia: ci saranno molti cambiamenti, tanto a livello ambientale quanto a quello delle risorse pubbliche. “Insieme per Caramagna” si ripropone poiché credo nella mia squadra e ho delle persone molto valide al mio fianco, senza le quali avrei avuto delle riserve a continuare.

Caramagna: il sindaco Coppola fa un bilancio del suo mandato

Quali sono i punti di forza dei suoi candidati?
Ritengo che la lista sia formata da persone competenti in vari ambiti, dal sociale allo sport, fino alla cultura e alla terza età. È un gruppo molto rappresentativo, in cui confido: senza una buona squadra, un sindaco, da solo, non va da nessuna parte.
Inoltre, penso che, soprattutto in questo momento di difficoltà, il gruppo stia amministrando tutto con impegno e ponderazione: il Comune ha chiuso con un bilancio attivo e il nostro lavoro è proiettato verso la ricerca di fondi.

Quali sono le priorità di “Insieme per Caramagna”?
Abbiamo sempre puntato molto sui servizi, sul sociale, sui giovani e sull’istruzione; sono state sostenute su tutti i fronti le famiglie, senza tuttavia tralasciare i numerosi interventi pubblici.
Sono in programma progetti molto interessanti: vorremmo collaborare con la casa di riposo, che è un ente importante per il territorio, e continuare a sostenere le aziende, come abbiamo sempre fatto.
Inoltre, continueremmo ad appoggiare il commercio locale e le piccole e medie imprese, incentivando le persone a comprare locale. Il Comune ha già dato un contributo importante ai commercianti delle botteghe chiuse durante i lockdown.

Opere pubbliche di fine mandato a Caramagna Piemonte

Che programma avete per le infrastrutture e i servizi?
Negli ultimi anni, si è investito molto sulle infrastrutture e si vorrebbe portare avanti progetti già iniziati.
È stata rimessa a nuovo quasi tutta l’illuminazione pubblica, la Sala Polivalente è stata ristrutturata ed è stato rifatto l’arredo urbano; abbiamo anche messo a norma le scuole elementari, dotandole di un ascensore e sistemando i serramenti. Abbiamo rifatto tutto il Rovarino, con la passeggiata e i marciapiedi. Invece, nell’ambito dello sport, abbiamo puntato sui nuovi campo da padel e pista di atletica.
Tutto questo è stato possibile grazie ai fondi regionali e ministeriali: abbiamo partecipato, vincendo, ai bandi delle fondazioni, per esempio di CRT e CR Cuneo. Li abbiamo seguiti noi, come amministratori, con l’aiuto di sei dipendenti comunali, impegnandoci per finanziare tutti i servizi.

Parola a Francesco Emanuel, il candidato di “Caramagna Domani”