Carmagnola: divieto di consumo di alcolici nei parchi la sera

604

Ordinanza del sindaco Ivana Gaveglio contro il consumo di alcolici nei parchi e giardini pubblici di Carmagnola nelle ore serali e notturne. La misura, in vigore fino al 31 luglio, vuole limitare gli assembramenti e la diffusione del Covid-19.

E’ in vigore a Carmagnola fino a fine luglio 2020 un’ordinanza del sindaco Ivana Gaveglio che vieta il consumo di alcolici nei parchi e giardini pubblici di Carmagnola nelle ore serali e notturne, dalle 18:30 alle 7 del mattino.

Resta invece consentita -nel rispetto delle misure di sicurezza in vigore- la consumazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione all’interno dei locali pubblici in sede fissa oppure all’esterno degli stessi, nelle aree in concessione, esclusivamente con servizio al tavolo.
Gli esercizi pubblici sono tenuti a dare visibilità all’ordinanza, tramite cartellonistica ben visibile da parte della clientela.

Dehors gratis per i locali di Carmagnola

La misura è stata presa dall’Amministrazione di Carmagnola in seguito a una nota della Prefettura di Torino di fine maggio, in cui si evidenziava la necessità di prevenire assembramenti nelle aree sede di movida al fine di limitare la diffusione del Coronavirus.

Sono pervenute segnalazioni inerenti la presenza in parchi pubblici ed aree aperte al pubblico, così come nelle immediate vicinanze dei pubblici esercizi, di diversi assembramenti, con annesso consumo di bevande alcoliche e conseguenti rumori, schiamazzi ed abbandoni di rifiuti“, sottolineano dalla Giunta.

Le multe per i trasgressori potranno andare dai 400 ai 3.000 euro; sanzione analoga anche per i titolari delle attività che non informino la clientela sul divieto di consumo di bevande da asporto, con denuncia all’Autorità giudiziaria in caso di recidiva.

Non dimentichiamo che, grazie ad apposita delibera comunale, fino al 31 ottobre 2020 le attività che somministrano alimenti e bevande al pubblico sono autorizzate all’occupazione temporanea e straordinaria del suolo pubblico per posizionare all’esterno dei tavolini utili ad aumentare la superficie destinata alla clientela“, aggiungono dal Comune.