Chiusura e maxi-multa per la radio parrocchiale della Collegiata di Carmagnola: trasmetteva su frequenze illegali

894

La radio parrocchiale della Collegiata di Carmagnola è stata chiusa per aver utilizzato (inconsapevolmente) delle frequenze oggi riservate ai militari. Al parroco è stato notificato un verbale che si aggira sui 100 mila euro: «una cifra elevatissima per noi, faremo ricorso».

radio parrocchiale carmagnola
La radio parrocchiale che trasmetteva dalla Collegiata di Carmagnola è stata chiusa, con una multa di 100 mila euro (foto di Francesco Rasero per Il Carmagnolese)

La storica radio parrocchiale di Carmagnola -quella che trasmetteva dal tetto della chiesa Collegiata per far arrivare le messe e i rosari nelle case di anziani e ammalati– è stata chiusa su ordine del Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

La “colpa”? Aver utilizzato delle frequenze che un tempo erano libere ma ora sono riservate ai militari e alle trasmissioni legate al Ministero della Difesa.

Immacolata Concezione 2020 a Carmagnola: il foto-racconto della messa solenne

Il parroco, don Dante Ginestrone, e i suoi collaboratori hanno subito affermato agli ispettori ministeriali di non essere a conoscenza della questione e di aver agito in modo inconsapevole, in totale buona fede.

Dichiarazioni, però, che non sono bastate a evitare l’immediata chiusura della radio e, soprattutto, hanno portato alla stesura di un lungo verbale, con circa 100 mila euro da pagare come multa per il mancato rispetto delle norme in materia.

«Ci siamo rivolti ad alcuni avvocati e intendiamo presentare ricorso, in modo da non dover pagare la salatissima sanzione o almeno riuscire a ridurla -dichiara don Dante, sottolineando come altrimenti la cifra andrebbe a incidere pesantemente sui conti della Parrocchia Ss. Pietro e Paolo.

La benedizione di Papa Francesco per Carmagnola

Addio, quindi, a uno strumento che, nel suo piccolo, per decenni (e in particolare, di recente, durante la pandemia da Covid-19) ha portato una parola di conforto e di vicinanza a chi non riusciva a recarsi in chiesa durante le funzioni ma che, tramite l’etere, poteva sentirsi ugualmente parte attiva della Comunità cattolica carmagnolese.

«La radio è sospesa, credo per sempre, anche perché questo modo di trasmettere si basava su una tecnologia di 20 anni fa, oggi rimpiazzata dai canali online», conclude amareggiato il parroco.

La diretta del Voto solenne all’Immacolata Concezione dalla Collegiata di Carmagnola