A Castagnole un progetto di lavoro per persone con disabilità

232

L’Amministrazione di Castagnole Piemonte ha annunciato la creazione di un posto di lavoro dedicato a persone con disabilità nella mensa scolastica del paese. Il progetto è stato reso possibile grazie alla collaborazione con la cooperativa sociale Solidarietà Sei e il servizio di ristorazione Eutourist.

Il Comune di Castagnole Piemonte ha annunciato l’inserimento di una persona con disabilità nel contesto lavorativo della mensa scolastica del paese: il progetto è svolto in collaborazione con la cooperativa sociale Solidarietà Sei e il servizio di ristorazione Eutourist [immagine di repertorio]
Questa settimana ha inizio nel concreto il progetto portato avanti dall’Amministrazione di Castagnole Piemonte, che prevede la creazione di un posto di lavoro per una persona con disabilità nel contesto della mensa delle scuole del territorio castagnolese. L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con il servizio di ristorazione Eutourist di Orbassano, che si occupa della consegna dei pasti alla mensa scolastica di Castagnole, e con la cooperativa sociale Solidarietà Sei, con sede a Carmagnola.

Il progetto è stato ideato grazie ad un confronto avvenuto tra l’Amministrazione di Castagnole, la società che si occupa della gestione della mensa scolastica, e la coordinatrice del Centro Diurno Disabili di Carmagnola, seguito dalla cooperativa sociale Solidarietà Sei. La persona con disabilità che è stata individuata per lavorare all’interno della mensa scolastica castagnolese verrà seguita e accompagnata nella sua occupazione da un’educatrice: l’attività che dovrà gestire riguarda la preparazione dei tavoli dei locali mensa.

Le nostre attività adulto occupazionali hanno l’intento di garantire spazi di inclusione, di sperimentazione e di benessere per chi ne beneficia -sottolineano dalla cooperativa sociale Solidarietà SeiSono co-progettate e pianificate in coerenza con quelli che sono gli interessi e le peculiarità dell’utente e gli obiettivi definiti dal PEI in accordo con i servizi sociali referenti“.

Inaugurata a Castagnole la mostra di pittura “PrimaVerArte”

Anche l’Amministrazione comunale di Castagnole ha commentato l’iniziativa: “Ci tenevamo molto a questo progetto, puntando sempre più ad un’integrazione, non solamente scolastica, ma anche extra-scolastica e lavorativa, per dare la possibilità a questi ragazzi di mettersi in gioco in più ambiti -sono le parole provenienti dal Comune- Questa nuova figura si andrà ad aggiungere all’inserimento effettuato nei mesi passati con le stesse modalità del cantoniere per la pulizia del territorio comunale“.

La cooperativa ha inoltre aggiunto che se l’esperienza si rivelasse positiva potrebbero anche essere aumentate le giornate lavorative della nuova persona assunta all’interno della mensa scolastica.

Questo progetto si aggiunge a tutti quelli che dall’inizio di questo anno scolastico sono stati attivati per i bambini delle scuole di Castagnole, sia per quanto riguarda le attività scolastiche che quelle extra-scolastiche. “L’inserimento nel contesto lavorativo di una persona con disabilità grazie ad un progetto condiviso con la cooperativa sociale Solidarietà Sei è il punto di partenza per permettere ad ognuno di esprimere il meglio di sé, per la concreta valorizzazione delle proprie potenzialità“, dichiara infine la vicesindaco castagnolese Angela Paolantonio.

Castagnole, approvata una convenzione per accedere ai fondi del PNRR