Cittadinanza italiana a don Iosif Patrascan, parroco di Salsasio

246

Da ieri don Iosif Patrascan -parroco di Salsasio, Casanova, Vallongo e Tuninetti- è cittadino italiano. Originario della Romania, vive da 23 anni in Italia.

Don Iosif Patrascan cittadinanza italiana
Don Iosif Patrascan con il sindaco Gaveglio, membri dell’Amministrazione comunale di Carmagnola, gli altri parroci don Dante e don Giovanni e i suoi famigliari

Molti parrocchiani di Salsasio, Casanova, Vallongo e Tuninetti erano presenti ieri, martedì 26 novembre, nella sala del Consiglio comunale di Carmagnola, dove il parroco don Iosif Patrascan ha fatto giuramento, diventando così ufficialmente cittadino italiano, davanti al sindaco Ivana Gaveglio, all’Amministrazione comunale di Carmagnola e alla sua famiglia.

Originario di Bacău, in Romania, don Iosif è parroco di Salsasio e delle parrocchie di Casanova, Vallongo, Tetti Grandi dall’ottobre 2017; è stato in passato viceparroco a Nichelino ed è da 23 anni in Italia.

Il mio cuore resta romeno ed è indissolubile il mio legame con la Romania e la mia città di origine, in cui abitano ancora molti miei parenti e la mia mammaha dichiarato il sacerdoteMa è da 23 anni che abito in Italia e, calcolando che ho 45 anni, posso dire che ho passato più della metà della mia vita in questo fantastico Paese”.

Presente alla cerimonia di giuramento anche il rappresentante del consolato romeno di Torino, Dumitrache Serban Gabriel, che ha portato il saluto del Console e consegnato un omaggio a don Iosif e al sindaco Gaveglio.

Tra i partecipanti, anche il parroco di Nichelino, don Riccardo, e l’ex parroco di Salsasio, don Antonio Borio. A fianco di don Iosif -oltre alla sua famiglia e alla sorella- erano presenti anche gli altri due parroci di Carmagnola, don Giovanni Manella e don Dante Ginestrone, oltre a una rappresentanza della Comunità di Nichelino.