Eco-murales a Carmagnola, dalla canapa al nucleare: la parola agli artisti

126

Gli artisti che stanno realizzando gli eco-murales a tema ambientale a Carmagnola spiegano i temi e i significati dei loro interventi all’interno del progetto di rigenerazione Urban Art Karma.

eco murales
L’artista urbano Supe all’opera nell’area di via Tumedei Casalis, a Carmagnola, per la realizzazione dell’eco-murales dedicato alla canapa, realizzato a quattro mani con il collega Pilo (foto di Francesco Rasero – Il Carmagnolese)

Prosegue il progetto di rigenerazione urbana Urban Art Karma, promosso da “Il Carmagnolese” con numerosi partner tra cui i ragazzi di Piazza Ragazzabile, che vede cinque artisti coinvolti nella realizzazione di eco-murales per la riqualificazione estetica di alcune cabine elettriche, dismesse dall’Enel al Comune di Carmagnola.

Bruno “Pilo” e Luca “Supe” hanno realizzato l’opera che decora la struttura in cemento di via Tumedei Casalis, avviando i lavori in occasione della festa di lancio svoltasi sabato scorso: è dedicata a uno dei prodotti storicamente di eccellenza del territorio carmagnolese, la canapa.

Murales per abbellire Carmagnola: buona la prima!

«Il Re contadino al centro dell’opera rappresenta il ritorno delle persone a occuparsi della terra e dell’ambiente in cui viviamo -spiegano- Dalle sue mani cresce una pianta di canapa, storica coltivazione carmagnolese che rappresenta anche una risorsa per il futuro, dato che può essere utilizzata per sostituire diversi materiali inquinanti, anche nell’industria e nell’edilizia. Il personaggio ha anche un mantello fatto dello stesso materiale, che copre alcuni oggetti inquinanti che le persone producono, come il barile di petrolio presente su una delle pareti».

Coerentemente con il concept del progetto, Pilo e Supe hanno utilizzato materiali sostenibili per il loro intervento, come spray all’acqua e vernici non inquinanti. Appassionati di pittura fin da piccoli, sono entrambi liberi professionisti da parecchi anni, incontratisi lo scorso anno: da allora, hanno realizzato già diversi progetti insieme.

Rigenerazione urbana e messaggi ambientali tramite gli eco-murales

L’iniziativa promossa da “Il Carmagnolese” con il contributo del Comune coinvolge anche altre tre cabine elettriche: due, già ultimate, si trovano in piazza Falcone e Borsellino, vicino alla stazione, e in piazza don Zappino, ai Tuninetti; l’ultima a essere realizzata sorge in via Luda angolo strada Occhini, nell’area industriale di via Racconigi.

In queste aree hanno operato anche gli artisti urbani Giga, Shekoone e Tinonit, attivi in due location differenti ma legati da un unico filo conduttore: il nucleare. Le due crew hanno interpretato il tema anche nell’ottica del possibile insediamento sul territorio di Carmagnola, in frazione Casanova, del deposito nazionale delle scorie radioattive.

Ulteriori dettagli nel video dedicato agli eco-murales, realizzato da Altrov*e per eHabitat.it, media partner dell’iniziativa, disponibile su YouTube e qui sotto.