Elezioni, La Loggia: pubblicati i programmi delle due liste

220

Sono stati pubblicati i programmi delle due liste che si presentano alle elezioni di La Loggia: “Siamo La Loggia”, guidata dal sindaco uscente Domenico Romano, e  “La Loggia Unita”, a sostegno di Francesco Lo Grasso.

liste-la-loggia-elezioni
Pubblicati i programmi elettorali delle due liste di La Loggia

Sono stati pubblicati sull’albo pretorio del Comune di La Loggia i programmi delle due liste che si presentano alle elezioni: “La Loggia Unita”, a sostegno di Francesco Lo Grasso, e “Siamo La Loggia”, guidata dal sindaco uscente Domenico Romano.

“La Loggia Unita”

Sono diverse le proposte della lista civica “La Loggia Unita”. Per i prossimi anni, la potenziale Amministrazione punta a progettare e realizzare un centro sportivo e riqualificare il centro urbano con l’obiettivo di “creare uno spazio accogliente e inclusivo che possa favorire le attività commerciali presenti sul territorio“. In programma anche la riqualificazione di via Belli, viale Martiri e di tutte le aree verdi presenti nel Comune.

A livello di politiche sociale, la lista si focalizza sull’abbattimento delle barriere architettoniche per i diversamente abili, sulla creazione di un consultorio e sull’incremento del Fondo di sostegno all’affitto, con risorse del Comune.

Per quanto riguarda bambini e adolescenti, spazio importante viene dato anche alla scuola, in cui si prevede di: potenziare i servizi di pre e post scuola, ma anche di piedibus e scuolabus; progettare e realizzare un asilo vicino alla scuola materna “Piccolo Principe” e promuovere progetti contro il bullismo, di prevenzione sul disagio giovanile e di lettura. Anche per i ragazzi più grandi i progetti sono tanti: la creazione di associazioni giovanili, attivare il progetto del treno della memoria e dare il via a corsi gratuiti di educazione sessuale e sensibilizzazione alle sostanze stupefacenti.

La Loggia, trasporto gratuito per anziani e disabili per le elezioni

Relativamente alla salute, si punta al rafforzamento dell’assistenza primaria che “coincide con il completamento del programma di sviluppo della casa della salute territoriale, un’opportunità per realizzare la medicina di iniziativa per la presa in carico multidisciplinare dei bisogni cronici complessi”. 

Per quanto riguarda il lavoro, si è proposto di riqualificare le fiere del paese, come la Sagra dello zucchino e il mese loggese, e di avviare uno studio di fattibilità per la realizzazione di un mercatino di antiquariato e la creazione di gruppi di acquisto solidali.

Sul tema ambiente, invece, il programma punta a continuare la manutenzione dell’area cani, a incrementare i controlli per evitare l’abbandono dei rifiuti e mantenere attive iniziative come “Puliamo il mondo”, mentre per quanto riguarda la sicurezza si vuole potenziare il gruppo della protezione civile e sensibilizzare la popolazione su truffe e raggiri.

A livello di servizi, si prevede di creare un’app per segnalare disservizi e atti di vandalismo in città, migliorare il Wi-Fi nei luoghi pubblici, realizzare la pista ciclopedonale tra La Loggia e Vinovo, acquisire il tratto di via Vinovo per interventi di messa in sicurezza del cittadino, sviluppare trasporti verso le città vicine e installare colonnine di ricarica per le auto elettriche.

Infine, relativamente all’ambito sportivo, la lista si pone l’obiettivo di creare un turismo legato agli eventi sportivi, sostenere la creazione di una polisportiva e istituire un fondo destinato alle famiglie a basso reddito, dedicato esclusivamente all’attività motoria, mentre a livello di pari opportunità ci si vuole dedicare a mantenere i corsi di italiano per stranieri e gli scambi culturali, diffondere in rete lo sportello donna e istituire uno sportello rivolto all’orientamento sessuale e all’identità di genere.

È possibile trovare il programma completo sull’albo pretorio comunale.

Ex Mahle, La Loggia: il piano industriale tarda ad avanzare

“Siamo La Loggia”

Con il suo programma, anche la lista “Siamo La Loggia” lancia diverse proposte volte al miglioramento della città e della qualità di vita dei cittadini.

A livello ambientale, è possibile trovare la riqualificazione delle aree verdi, l’uso maggiore di energie rinnovabili, il potenziamento del corpo degli eco-volontari e la promozione di eventi come “Puliamo il mondo”.

Per quanto riguarda l’istruzione il programma prevede la realizzazione di un polo dell’infanzia, con la creazione di una nuova sezione di asilo, l’avvio di progetti per contrastare la disparità di genere e alcune iniziative extra-scolastiche dedicate ai bambini con disabilità e disturbi dell’apprendimento.

Per quanto riguarda i giovani gli obiettivi sono: realizzare progetti educativi su disordini alimentari e dipendenze di vario tipo, implementare le attività dell’Informagiovani e creare una piattaforma virtuale per discutere su iniziative di tipo culturale.

In merito alle opere pubbliche, vi è la volontà di riqualificare il centro storico e piazza Cavour, recuperare gli edifici in stato di degrado in via della Chiesa e via Bistolfi, abbattere le barriere architettoniche e sistemare i marciapiedi, mentre, in termini di mobilità, si punta alla realizzazione della rete ciclabile che collega il Comune a Vinovo, alla riorganizzazione dello scuolabus e all’ottimizzazione del servizio di trasporto a chiamata in collaborazione con l’Auser.

Ex Mahle, La Loggia: il piano industriale tarda ad avanzare

Per il commercio, si punta a rilanciare questo settore con fiere di vario tipo, promuovere il mercatino di prodotti agricoli locali e studiare un Piano di Riqualificazione Urbana che possa “valorizzare le attività commerciali e artigianali di vicinato con il coinvolgimento delle associazioni di categoria“.

Tra le proposte lanciate per le politiche e i servizi sociali è inoltre possibile ricordare: la realizzazione della casa della salute, la nascita del progetto di social housing e l’istituzione di sostegni per accompagnare anziani e disabili. A livello di servizi ai cittadini e di pubblica sicurezza, si sottolinea invece l’installazione di una nuova casetta dell’acqua, il rafforzamento dei servizi di pattuglia serale, l’aumento numerico di sistemi di video-sorveglianza e la realizzazione di iniziative sulla sicurezza stradale e di sensibilizzazione a forme di truffa e raggiri.

Per gli animali è poi prevista una nuova area cani, mentre per lo sport si ha l’obiettivo di realizzare un centro sportivo, ricercare partner e dare il via a una serie di eventi dedicati a questo settore.

A livello culturale, tra le numerose iniziative, si vuole recuperare Villa Carpeneto, istituire la festa del libro, riorganizzare la biblioteca e ampliare l’offerta formativa dell’Unitre. Infine, per le pari opportunità si punta a potenziare lo sportello rosa, riproporre il concorso “Le donne si raccontano” e istituire iniziative di informazione per lottare contro le discriminazioni di genere e l’orientamento sessuale.

Il programma completo di tutte le proposte è disponibile sull’albo pretorio al seguente link.

PNRR: approvati i progetti del programma PINQuA