Quattro giorni di “Intrecci” interculturali a Carmagnola

399

Dal 20 al 23 giugno torna a Carmagnola il festival Intrecci, a cura dell’Associazione Karmadonne in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato. Quattro giorni di esperienze, cibo, arte e musica.

 

intrecci 2019 carmagnola

Anche quest’anno torna il festival “Intrecci – Il mondo si incontra a Carmagnola”, organizzato dall’Associazione Karmadonne dal 20 al 23 giugno, in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato.

Si tratta di quattro giorni durante i quali vi sarà modo di incontrare numerosi ospiti e ascoltare le loro esperienze e opinioni. Il filo conduttore sarà l’integrazione interculturale; dopo un punto iniziale sull’accoglienza e l’integrazione dei richiedenti asilo, si amplierà il discorso, discutendo del tema della migrazione e delle nuove forme di comunità che si stanno sviluppando in città e sul territorio nazionale e di come le culture possano intrecciarsi attraverso il cibo, l’arte, la musica.

Giovedì 20 giugno -a tema “dibattiti e cultura”- si terrà il primo incontro del festival “Nuovi scenari dell’accoglienza e dell’integrazione”, alle 20:30 a Casa Frisco: interverranno il sociologo e docente del Politecnico di Torino, Alfredo Mela; il presidente del Centro studi Medì Migrazioni nel Mediterraneo di Genova, Andrea Torre; il presidente di Morus Onlus (selezionata dalla Città metropolitana di Torino per l’integrazione dei migranti nel 2017), Marino Poma. Inoltre, per l’associazione Bouligar di Ostana sarà presente Enrica Alberti; modera il presidente di Balon Mundial Onlus di Torino, Tommaso Pozzato.

A seguire, venerdì 21 alle 21 -giornata dedicata a teatro e musica- si terrà un laboratorio teatrale a cura di Almateatro che prevede il coinvolgimento sul territorio di Carmagnola di studenti, migranti, cittadini carmagnolesi, richiedenti asilo e rifugiati. Dalle 22 Jam Session “Creatività musicale interculturale”, aperta a tutti.

Sabato 22 -tra cibo e arte- alle 18 si inaugurerà, sempre a Casa Frisco, la mostra fotografica di Giovanni Capello, realizzata in collaborazione con il Lions Club di Carmagnola.
In serata, si terrà uno showcooking a cura di Roberto Gallo, per concludere con un concerto di musica occitana a cura dei Sous Bois.

Infine domenica 23, ultimo giorno del festival, alle ore 9 inizierà un tour turistico nei luoghi simbolo delle varie Comunità migranti presenti a Carmagnola; a seguire si terrà un pranzo con un piatto da ogni Paese e si proseguirà nel pomeriggio con un laboratorio di lettura per genitori e bambini. Per concludere, concerto del coro Gospel Funtime e sfilata Karmafashion, con esibizione di Danza del ventre.

Tutte le giornate saranno accompagnate dal “Festival cous cous e spaghetti”, con la possibilità di cene, merende e spuntini per accompagnare le attività di Intrecci e da FriscoBar, per il finger food, con le bevande dal mondo.
Tutto il programma in dettaglio sul sito di Karmadonne.