La fibra internet arriva in quattro frazioni di Carmagnola

2368

A Carmagnola saranno 800 i nuovi numeri civici serviti dalla fibra internet, nelle frazioni di San Giovanni, Bossola, San Michele e San Grato.

Isiline fibra frazioni Carmagnola
I lavori per portare la fibra internet in quattro frazioni di Carmagnola, per un totale di circa 3.000 abitanti serviti

La fibra internet arriva anche nelle frazioni di San Giovanni, Bossola, San Michele e San Grato, a Carmagnola, con più di 800 nuovi numeri civici serviti, in aggiunta agli oltre 1.400 già cablati in centro città.

«Non possiamo che essere grati alla ditta Isiline per aver deciso di continuare a investire sul territorio del nostro Comunecommenta l’assessore alla digitalizzazione, Massimiliano Pampaloni- Non sempre capita di avere operatori privati che intervengono su bacini di utenza così circoscritti. Oggi più che mai avere una buona connessione è fondamentale sia in ambito scolastico che lavorativo».

Carmagnola: banda larga anche per la videosorveglianza

La fibra sarà di tipo FTTC e potrà essere utilizzabile da circa tremila carmagnolesi che vivono nelle quattro frazioni indicate, previo accordo commerciale con l’azienda.

L’intervento che stiamo per compiere sulle frazioni di Carmagnola continua e in qualche modo completa il progetto avviato a fine 2017 con l’Amministrazione carmagnolesespiega Massimo Mellano, direttore generale di Isiline Srl- Con quest’ultimo intervento arriviamo a 2.230 civici collegati e abbiamo allargato il raggio d’azione alla periferia, dove arriviamo con la fibra FTTC, in quanto la rete delle infrastrutture già esistente che normalmente utilizziamo per posare la fibra FTTH riducendo gli scavi, non arriva nelle frazioni. Considerato che si tratta di centri abitati che adesso si possono connettere solo con i ponti radio o la tecnologia 3G e 4G, si tratta del miglior intervento realizzabile“.

Per altri 540 numeri civici carmagnolesi -nelle borgate di Vallongo, Casanova, Tuninetti, Tetti Grandi e La Motta– il Comune è invece in attesa dell’avvio del progetto Open Fiber, realizzato dal Governo.
«Purtroppo qui c’è un ritardo di oltre due anni, che non dipende da noi -specifica Pampaloni- Nelle scorse settimane, comunque, mi è stato garantito che a novembre dovrebbero ripartire i lavori di scavo, a partire dai Tuninetti».

Il “Baldessano Roccati” di Carmagnola riorganizza tutta la didattica