A San Bernardo il nuovo magazzino comunale

153

La Giunta prevede di acquisire e recuperare l’ex caseificio di San Bernardo, risparmiando i canoni di affitto pagati oggi per il capannone che ospita il magazzino operai.

ex caseificio magazzino san bernardo
L’ex caseificio di San Bernardo che andrà a ospitare il magazzino operai comunale

L’Amministrazione di Carmagnola ha approvato, insieme al bilancio di previsione 2019, l’acquisizione di un immobile a San Bernardo che sarà destinato a ospitare il nuovo magazzino comunale.

Si tratta di una struttura che sorge in via del Porto (a fianco della nuova sede di Casa Roberta), che un tempo ospitava un’industria casearia per la produzione di formaggi.
La proprietà dell’immobile –circa 1.200 metri quadri coperti- è attualmente della scuola materna parificata “Novaresio” di San Bernardo.

Si tratta di un’operazione doppiamente positiva -spiegano il sindaco Ivana Gaveglio e l’assessore ai lavori pubblici, Alessandro CammarataDa un lato acquisiamo al patrimonio comunale un edificio e lo andiamo a valorizzare, dando parallelamente soldi all’asilo, che li potrà utilizzare per realizzare le proprie finalità. Dall’altro, potremo ottenere un risparmio sulle spese correnti per le casse comunali, dato che oggi il magazzino degli operai del Comune è ospitato in un capannone preso in affitto“.

Il costo dell’acquisizione dell’ex caseificio di San Bernardo è in fase di valutazione da parte del Demanio, ma è già realistico pensare che il tasso di interesse resterà comunque parecchio inferiore rispetto all’attuale canone di locazione pagato dal Comune, che sfiora i 40 mila euro all’anno.

Oltre al magazzino comunale, l’Amministrazione Gaveglio sta valutando anche la possibilità di far confluire sull’area di San Bernardo anche altri servizi comunali, in modo da ottimizzare l’investimento.

Va infine sottolineato che questa operazione ha anche un importante aspetto legato al consumo di suolosottolineano sindaco e assessoreAnziché prevedere la costruzione ex novo di un magazzino, abbiamo infatti scelto di riutilizzare un edificio che era abbandonato da tempo, riqualificando anche un’area della città“.