Mese della Cultura 2019, successo oltre le aspettative

190

Affluenza e riscontri oltre le aspettative per il “Mese della Cultura” 2019 a Carmagnola. Soddisfatto l’assessore Alessandro Cammarata: “siamo un polo di attrazione culturale”.

Mese della Cultura 2019 a Carmagnola
Mese della Cultura 2019 a Carmagnola

Ha superato le aspettative -sia dal punto di vista qualitativo che a livello di partecipazione- il cartellone di eventi dell’edizione 2019 de “Il Mese della Cultura”, svoltosi a giugno con un ricco calendario di appuntamenti culturali, musicali e gastronomici.

Aperto dalla grande mostra di incisione a Palazzo Lomellini -dove si sono visti esposti capolavori di tutte le epoche, da Rembrandt a Picasso- il Mese della Cultura ha proposto numerose iniziative.

Alcune ormai consolidate, come l’appuntamento con “Portici di Carta” dedicato ai libri e alla lettura, con tante proposte da parte di case editrici indipendenti, e la seconda edizione della “Vindicta Carmagnolensis”.
Grande spazio è stato dedicato anche alla musica: da Aspettando Campus di Note ai grandi classici come lo Stabat Mater o la Cavalleria Rusticana, passando per American Graffiti con gli artisti del teatro Regio di Torino e “La Cenerentola” di Rossini.

Soddisfatto l’assessore alla cultura, Alessandro Cammarata: «Non ricordo un simile riscontro di partecipazione a così tanti eventi culturali in città -commenta- Siamo molto contenti perché tutti gli appuntamenti proposti al pubblico sono stati di alto livello qualitativo e abbiamo ottenuto un’importante risposta da parte del pubblico: dalla mostra al Lomellini, che ha permesso di portare a Carmagnola le opere di artisti che hanno fatto la Storia dell’Arte mondiale, fino ai molteplici appuntamenti con la musica classica e con la lirica».

Cammarata rilancia quindi già per l’edizione 2020 del Mese della Cultura: «La nostra intenzione, come Amministrazione e Assessorato alla Cultura, è di continuare su questa strada, per rendere sempre di più Carmagnola un polo di attrazione culturale. Ringrazio per il grande ed eccellente lavoro svolto i funzionari e tutti gli uffici comunali che si sono impegnati per questa manifestazione, prodigandosi di anno in anno per fare sì che la rassegna possa svolgersi sempre più “in grande”. Siamo orgoglio di aver creato un cartellone di iniziative che richiama sempre più pubblico in città».