Piemonte: bandi per favorire le persone con disabilità nel mondo del lavoro

160

Sono due i nuovi bandi istituiti dalla Regione Piemonte per facilitare l’accesso al mondo del lavoro da parte di persone con disabilità: stanziati oltre 18 milioni di euro per incentivi e contributi rivolti alle imprese e per l’individuazione di operatori specializzati nel fornire servizi quali la stesura dei curriculum e la preparazione ai colloqui di lavoro.

bandi lavoro disabilità piemonte
Piemonte: lanciati due bandi per agevolare l’occupazione delle persone con disabilità [immagine di repertorio]
La Regione Piemonte ha presentato due nuovi bandi per facilitare l’accesso al mondo del lavoro alle persone con disabilità, finanziati con oltre 18 milioni di euro di risorse provenienti dal Fondo Regione Disabili.

Finanziato con 4,6 milioni di euro e promosso dall’Agenzia Piemonte Lavoro, il bando per i contributi alle imprese a favore dell’inclusione ha lo scopo di facilitare le aziende e le imprese piemontesi nell’assunzione e nel mantenimento di persone con disabilità, attraverso incentivi e ulteriori rimborsi per l’attivazione di tirocini, servizi di consulenza, contributi per l’acquisto di ausili e accomodamenti.

Giornata Internazionale per le Persone con Disabilità, i dimenticati della pandemia

Ulteriori 14 milioni saranno stanziati per l’individuazione di ulteriori operatori specializzati da impiegare nel Buono Servizi Lavoro, uno strumento che consiste nella fornitura di servizi alla persona, gratuiti per chi li riceve, per accompagnare i soggetti coinvolti -con azioni individuali o rivolte a piccoli gruppi- nella ricerca del lavoro, nella definizione delle proprie competenze, nella stesura del proprio curriculum vitae e nella preparazione al colloquio.

Da quest’anno, il servizio disporrà di alcune novità, come un questionario per raccogliere le osservazioni e i suggerimenti degli operatori, e l’aggiunta di percorsi personalizzati per le persone disabili. Entro marzo 2022 saranno avviate le attività promosse con la pubblicazione degli elenchi e delle informazioni utili sul sito web della Regione.

Carmagnola: progetto “Tutti in piscina” per i diversamente abili

“Ritengo fondamentale il supporto alle persone con disabilità e deve diventare un impegno di tutti, anche delle aziende, per favorire l’inserimento e ottimizzare talenti, perché il primo strumento di inclusione per una persona con disabilità è proprio il lavoro -rileva l’assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino In un contesto segnato da emergenze sociali costanti e dal perdurare delle difficoltà di un inserimento occupazionale stabile per la popolazione più svantaggiata era necessario avviare un’azione d’urto per creare le condizioni per nuove opportunità di occupazione rivolte esclusivamente alle fasce più deboli: nessuno deve essere lasciato solo”.

L’Auser Carmagnola può contare su un nuovo mezzo per disabili