In Piemonte riparte la manutenzione di foreste e boschi

463

Pronti a partire i cantieri di lavoro per la manutenzione di foreste e boschi sul territorio della Regione Piemonte, con assunzioni di operatori stagionali.

bosco del merlino manutenzione boschi foreste piemonte
Il bosco del Merlino a Caramagna Piemonte (foto: Parco del Monviso)

Cantieri per la manutenzione di foreste e boschi pronti a partire, con le assunzioni degli operatori stagionali già attivate: il comparto forestale della Regione Piemonte è pronto a rimettersi in moto, a poco meno di un mese di distanza dalla tradizionale data di apertura della stagione, quest’anno rimandata a causa dell’epidemia Covid-19.

In questo mese abbiamo lavorato costantemente con i sindacati per individuare la modalità migliore di ripartenza del settore forestale regionale –sottolinea l’assessore regionale alla difesa del suolo, Marco Gabusi– Grazie alla collaborazione di tutti siamo arrivati a due risultati importanti. I cantieri per la manutenzione delle foreste e dei boschi del Piemonte sono stati organizzati in coerenza con le misure di sicurezza previste dal protocollo condiviso proprio con i sindacati. Ora siamo pronti a procedere con le assunzioni degli operai forestali stagionali, non appena avremo i responsi delle visite mediche obbligatorie“.

Prosegue Gabusi: “Non lasciamo a casa gli stagionali: sono tutti riassunti e siamo pronti a partire con la stagione. Non era possibile assumerli prima poiché, da un lato, non avevamo la certezza dell’avvio dei cantieri e, dall’altro, i laboratori per le visite mediche erano pressoché chiusi“.

Gli operai forestali regionali sono 413, di cui 243 dipendenti a tempo indeterminato (per i quali è stata prolungata la cassa integrazione fino al giorno in cui riprenderanno il lavoro); gli altri 170 sono invece ‘stagionali’, con obbligo di visita medica per l’assunzione a tempo determinato.

Per quanto riguarda la sicurezza del personale, la Regione Piemonte ha acquistato per tutti gli operatori forestali i dispositivi di sicurezza individuali e li ha già consegnati ai direttori dei lavori, che stanno provvedendo a distribuirli al personale, unitamente alla formazione in vista dell’apertura dei cantieri.

Il personale forestale regionale si occupa di interventi di manutenzione ambientale, allo scopo di prevenire i fenomeni di dissesto idrogeologico, ripristinare gli ambienti dai danni dovuti a calamità naturali, gestire il patrimonio forestale regionale e contribuire a mantenere condizioni di vivibilità nelle aree più disagiate del territorio rurale.