A Poirino è scontro tra Padalino e Sisca sui costi della politica locale

111

Il neo-sindaco di Poirino Nicholas Padalino risponde alle accuse di aver aumentato i costi della politica locale mosse dall’ex assessore e attuale consigliere di minoranza Marco Sisca.

Consiglio comunale Poirino
Secondo i dati pubblicati dal Sindaco, i costi della politica sarebbero diminuiti. (foto di claudiodivizia tramite Canva.com)

A poche settimane dall’elezione del nuovo Consiglio comunale di Poirino scoppiano le prime polemiche tra la nuova maggioranza e l’opposizione, relative ai costi della politica locale.

L’ex assessore ai lavori pubblici e all’urbanistica Marco Sisca, attuale consigliere di minoranza, nel corso del suo intervento in aula (poi riportato sui social) ha mosso accuse al neo sindaco Padalino di aver deliberato “un aumento considerevole” per quanto riguarda le spese.

Poirino: la composizione del Consiglio comunale appena eletto

Le accuse di Sisca si concentrano sull’introduzione della figura del Presidente del Consiglio comunale, che a suo dire comporterebbe un aumento dei costi «senza ridurre le indennità né per il sindaco né per i suoi collaboratori».

Si tratta di un ruolo che è previsto dalla legge e obbligatorio nei Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, mentre per quanto riguarda i piccoli centri si tratta di una scelta opzionale.

Poirino, il sindaco Padalino ha definito la nuova giunta comunale

Non si è fatta attendere la risposta del Primo Cittadino poirinese che, anch’egli sui social, ha risposto all’accusa di aver accresciuto i costi della politica locale.

«L’introduzione della figura del Presidente del Consiglio comunale (tra l’altro, maggiormente a tutela delle minoranze) ci allinea a buona parte dei Comuni a noi confinanti (Santena, Villastellone, Chieri e Carmagnola) ed era prevista ufficialmente nel programma elettorale depositato in municipio lo scorso maggio», ha replicato Padalino.

costi politica poirinese
I costi delle ultime due Amministrazioni poirinesi a confronto, pubblicate dal sindaco Nicholas Padalino sui social in risposta alle accuse dell’ex assessore Sisca

E ha quindi presentato i conti: «Dai dati ufficiali elaborati dall’Area Finanziaria del Comune di Poirino si può evincere che,  nonostante io abbia voluto una nuova figura istituzionale in più, i costi della politica poirinese, a differenza di quanto pubblicamente dichiarato da Sisca, non solo non sono aumentati rispetto alla vecchia amministrazione, ma sono addirittura diminuiti».

Padalino ha quindi reso pubblico un confronto tra le spese mensili rispetto alla passata Amministrazione (sopra riportato), sottolineando come l’indennità del sindaco risulti al 50% avendo scelto di mantenere il proprio lavoro dipendente, senza mettersi in aspettativa.

Poirino, istituito il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze