Carmagnola: polo logistico Conad in Commissione, polemica del PD

397

Polemica del consigliere PD Federico Tosco dopo la discussione in Commissione sull’insediamento del futuro polo logistico Conad a Carmagnola: «ennesimo atto di arroganza». La replica della Maggioranza: «regole democratiche rispettate». E il progetto incassa un parere favorevole.

polemica polo logistico conad
Le foto pubblicate su Facebook con la polemica di Tosco e del PD per la seduta della II Commissione consiliare relativa al futuro polo logistico Conad

Il polo logistico Conad riaccende la polemica del Partito Democratico nei confronti della Maggioranza, con il consigliere Federico Tosco che parla di «un ennesimo atto di arroganza» da parte del centrodestra.

Questi i fatti: martedì sera, in Comune, era convocata la II Commissione per esaminare la variante al Piano regolatore relativa all’insediamento del nuovo hub logistico nell’ex area PIP di Santa Rita.

Nuovo polo logistico Conad a Carmagnola: ecco come sarà e gli impatti previsti

«Nonostante fossero stati ripetutamente avvertiti della presenza di numerosi cittadini, il presidente della Commissione (Domenico Tuninetti di Fratelli d’Italia, ndr) e la sindaca sono stati irremovibili», racconta Tosco, che dichiara di aver chiesto («informalmente e formalmente») di spostare la riunione in Sala Consiglio, per permettere a tutti di assistere senza problemi alla discussione.

«Con il loro rifiuto di riunirsi in una sala adeguata, hanno costretto varie decine di cittadini a seguire i lavori stipati in una stanzetta, con molta gente in piedi anche nel corridoio: non veniteci a parlare di sicurezza e di partecipazione -conclude- Il pubblico ha assistito in rispettoso silenzio, ascoltando le relazioni dei tecnici: ma evidentemente la loro semplice presenza è stata accolta con molto fastidio».

Carmagnola, centrosinistra all’attacco: “diventeremo la città della logistica?”

La replica viene dal sindaco e dai gruppi di maggioranza che -tramite un comunicato congiunto- sottolineano che «non è arroganza esercitare seriamente il mandato amministrativo ricevuto dai cittadini, bensì garanzia di Democrazia».

E contrattaccano: «La riunione cui si fa riferimento è una seduta della seconda Commissione consiliare per l’espressione di un parere consultivo (che è stato positivo da parte di tutti i componenti, anche quelli di minoranza) su una variante urbanistica -spiegano- Tutti gli atti relativi erano stati pubblicati sul sito del Comune nel rispetto dei tempi richiesti e sono tuttora a disposizione. Compito fondamentale di un amministratore, anche di minoranza, è almeno di saper accedere a quei documenti, di documentarsi per essere in grado di dare spiegazioni ai cittadini, perché certamente essi hanno il pieno diritto di essere informati. È stato evidente, purtroppo, come questo non sia stato svolto da chi ora si lamenta e si fa scudo di alcuni cittadini per nascondere le proprie mancanze: questo è gravissimo in una Democrazia da parte di un amministratore, e non solo».

Niente Valutazione Ambientale Strategica per il polo logistico Conad

Il centrodestra fa quindi notare come, tra il pubblico, fossero presenti ex amministratori («ovviamente della parte politica della minoranza») e l’ex sindaco ed ex candidato sindaco Angelo Eliadimissionario fin dalla prima seduta di questa consigliatura»).

«Difficile credere che non sapessero che, da sempre, le sedute della Commissione si svolgono in una saletta dell’ufficio tecnico comunale -rimarcano dalla Maggioranza- In ogni caso la Commissione si è riunita, alla presenza di quei cittadini interessati che hanno potuto ascoltare due ore di interventi accurati da parte dei tecnici comunali e dei professionisti incaricati, cui vanno i ringraziamenti per l’esposizione chiara, trasparente ed esaustiva».

E concludono: «Forse il consigliere Tosco non ha compreso che non avrebbe neanche dovuto formulare la richiesta di spostamento e che il non avergli dato soddisfazione è stato proprio a tutela del suo ruolo di rappresentante e a garanzia della serietà del suo mandato. Perché la Democrazia è altra cosa, non solo “disobbedienza civile”».

«Esclusi dagli eventi»: protestano i consiglieri di PD e Carmagnola Civica