Preghiera comunitaria a Salsasio per l’unità dei cristiani

1218

Fedeli e pastori si sono riuniti in una preghiera comunitaria nella chiesa nuova di Salsasio, a conclusione della settimana dedicata all’unità delle confessioni cristiane.

preghiera comunitaria Salsasio Carmagnola
Un momento della preghiera comunitaria svoltasi nella chiesa nuova di Salsasio (foto Ivan Quattrocchio)7

Molti fedeli si sono uniti ai loro pastori, nella nuova chiesa Beata Enrichetta di Salsasio, per il momento di preghiera comunitaria dedicato all’unità dei cristiani.

La celebrazione ecumenica si è svolta in occasione della conclusione della settimana che le confessioni cristiane dedicano all’importanza di ciò che le unisce: la fede in Gesù Cristo.

Un ritrovo, quello che si è svolta quest’anno, molto sentito e partecipato, tenutasi nel pieno rispetto delle norme anti contagio.
Canti, preghiere e riflessioni si sono alternati in un clima di fraternità e unità.

Settimana di preghiera 2021, incontro tra le comunità cristiane di Carmagnola

A guidare la preghiera comunitaria 2021 sono stati i parroci della Chiesa cattolica don Iosif Patrascan, che ha presieduto la celebrazione; don Giovanni Manella, moderatore dell’Unità Pastorale, e don Dante Ginestrone, arciprete della Collegiata; il pastore della Comunità Evangelica di Betesda di Carmagnola, Enzo Lattucchella e il parroco della Chiesa ortodosso-romena carmagnolese, padre Mihai Vlașin.

La celebrazione è stata animata dal Coro ecumenico, composto da persone delle diverse confessioni religiose cristiane cittadine.
Presente anche il sindaco di Carmagnola, Ivana Gaveglio.

Preghiera interreligiosa a Carmagnola, per invocare la fine della pandemia

In preghiera, insieme ai molti fedeli delle comunità religiose carmagnolesi, c’erano anche i gruppi familiari della Comunità della Riconciliazione di Pianezza e molte religiose cattoliche, tra cui le suore di sant’Anna e le figlie di Maria Immacolata.

La traccia del Vangelo che ha accompagnato la preghiera interreligiosa di quest’anno è stata quella dell’evangelista Giovanni che dice: “Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto”.

In conclusione della preghiera è stata letta la preghiera per il creato scritta da Papa Francesco, per manifestare la vicinanza alla Comunità di Casanova in questo momento particolare legato al possibile deposito delle scorie nucleari.

La lettera dell’arcivescovo Nosiglia ai fedeli di Casanova sul deposito nucleare