“A un metro tra i presepi”, il concorso dell’oratorio di Piobesi

509

L’oratorio di Piobesi ha indetto “A un metro tra i presepi”, un concorso aperto a tutti in occasione delle festività natalizie.

concorso presepi Piobesi
L’oratorio di Piobesi organizza un concorso dal titolo “A un metro tra i presepi”, legato alle rappresentazioni della Natività.

L’oratorio della parrocchia di Piobesi Torinese ha organizzato il concorso “A un metro tra i presepi”, aperto a grandi e piccoli.

L’iniziativa è infatti aperta a chiunque, senza limiti di età; per partecipare è necessario inviare due fotografie, una del proprio presepe e una con il partecipante accanto, all’indirizzo di posta elettronica oratorio.piobesi.torinese@gmail.com.

In questo modo verrà eseguita l’iscrizione gratuita alla gara. Con l’invio stesso dell’email viene dato il consenso a pubblicare sulla pagina Facebook della parrocchia lo scatto del presepe (senza il partecipante) e ad esporre in chiesa le fotografie anche con il proprietario.

L’idea del concorso è nata tra noi animatori dell’oratorio del sabato pomeriggio –raccontano gli organizzatori dell’iniziativa- Inizialmente il concorso era destinato ai bambini, ma poi abbiamo deciso di allargarlo anche a tutta la Comunità e a chiunque voglia aderire, per sentirci più vicini in questo Natale che sarà molto particolare

Per votare i presepi bisogna collegarsi alla pagina Facebook dell’oratorio e mettere “Mi piace” agli scatti pubblicati; oltre a ciò saranno anche gli animatori ad eleggere la migliore creazione natalizia.

L’ultimo giorno utile per partecipare è il giorno di Natale: da quel momento in poi il concorso sarà sospeso fino a mercoledì 6 gennaio, festività dell’Epifania: durante la messa delle ore 11 verranno proclamati i vincitori e verranno distribuiti premi per i partecipanti.

L’obiettivo principale è stare vicino e far sentire la nostra presenza sia ai nostri bambini, che non vediamo e con cui non passiamo tempo insieme da febbraio, sia a tutta la nostra Comunità -concludono gli animatori della Parrocchia piobesina- Pensiamo che il ruolo degli animatori sia fondamentale in questo periodo, per i più piccoli ma anche per tutta Piobesi“.