Previsioni weekend 23-24 gennaio: tanto sole, poche nubi, qualche spiffero di Foehn

612

Dopo il passaggio dell’intensa perturbazione di ieri pomeriggio-sera, che è riuscita a portare una discreta dose di precipitazioni anche nevosa, il tempo è decisamente migliorato per la rotazione delle correnti in quota dai quadranti nord-occidentali.

Tali correnti saranno la caratteristica saliente del tempo di questo weekend, accompagnando anche il transito di altre 2 perturbazioni atlantiche (una tra stasera e stanotte e l’altra da domani sera) che però impatteranno direttamente sulle Alpi occidentali: la conseguenza ovvia è che nubi e precipitazioni si concentreranno oltralpe, con sconfinamenti fino alle medie-alte valli occidentali, mentre sul carmagnolese il sole rimarrà nettamente prevalente sulle nubi. La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per la notte su domani:

Si notano le correnti instabili/perturbate atlantiche in netto inserimento su gran parte dell’Europa centro-meridionale, con una componente di moto da NW tra l’Europa occidentale ed il Mediterraneo centro-occidentale. Le alte pressioni restano confinate a latitudini piu’ meridionali ed incapaci per il momento di opporsi al flusso atlantico.

La giornata odierna sarà caratterizzata da cielo generalmente sereno o poco nuvoloso, ma qualche nube in piu’ potrebbe parzialmente coprire il cielo nel corso del pomeriggio. Temporanee raffiche di Foehn nel pomeriggio e ad inizio serata (punte fino a 30-40 km/h). Temperature massime piuttosto gradevoli grazie ai venti di Foehn, con valori che diffusamente potranno superare di poco i 10 °C.

La giornata di domani, dopo una notte con nubi piu’ compatte, trascorrerà con cielo nuovamente sereno o poco nuvoloso fino al tardo pomeriggio, mentre in serata la nuvolosità tornerà ad aumentare per l’avvicinarsi della seconda perturbazione atlantica. Temperature minime intorno agli 0 °C, massime in lieve calo e poco inferiori ai 10 °C.

La completa assenza di precipitazioni previste fino a domani sera, se si fa eccezione alle zone al confine con la Francia, è ben evidenziata nella cartina seguente: