Previsioni weekend 3-4 dicembre: piogge e freddo tardo autunnale

103

L’avvio dell’inverno meteorologico (1° dicembre, non da confondere con l’inizio dell’inverno astronomico al solstizio) quest’anno pare caratterizzato da una marcata vivacità del tempo, con una frequente successione di perturbazioni atlantiche ed un progressivo aumento del freddo, pur ancora senza scomodare vere e proprie ondate di freddo invernali. Il tempo del weekend esemplifica in modo chiaro questa dinamicità atmosferica, con l’arrivo di 3 distinte perturbazioni a catena tra la prossima notte e la giornata di lunedì, sospinte verso l’Italia e, stavolta, anche in maniera piu’ convinta nelle nostre zone grazie alla presenza di una circolazione depressionaria sull’Europa occidentale, alimentata sia da aria fredda nord-atlantica sia da aria ancor piu’ fredda dal nord Europa (dove il clima sarà già prettamente invernale). La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per la giornata di domani:

Si nota l’estesa, seppur non particolarmente profonda, area depressionaria tra il vicino Atlantico e l’Europa centro-occidentale, alimentata da aria fredda o molto fredda e richiamante venti piu’ miti ed umidi dai quadranti meridionali verso l’Italia. L’anticiclone delle Azzorre si trova in pieno oceano Atlantico allungato sin verso la Groenlandia e di quello africano non c’è alcuna traccia, mentre tra Scandinavia e Russia staziona un anticiclone al suolo, sintomo della presenza di aria molto fredda nei bassi strati.

L’aria fredda affluita nelle ultime ore sul nord Italia favorirà nevicate a quote basse (ma non in pianura ad eccezione del basso cuneese/zona Langhe) soprattutto tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio di domani, nel momento in cui sarà in piena azione la prima perturbazione. La perturbazione che arriverà a cavallo tra domani e domenica e quella, piu’ intensa, che transiterà nella notte tra domenica e lunedì porteranno altre precipitazioni ma con quota neve in rialzo.

La giornata di domani sarà caratterizzata da cielo nuvoloso o coperto dal mattino alla sera, con precipitazioni deboli o a tratti moderate specialmente tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio; non esclusi fiocchi misti a pioggia nei momenti di massima intensità dei fenomeni. Precipitazioni piu’ deboli ed intermittenti nel pomeriggio-sera. Ventilazione debole o a tratti moderata. Temperature comprese tra 3/4 °C e 5/6°C, con escursione termica diurna molto ridotta.

La giornata di domenica trascorrerà con cielo nuvoloso o coperto in mattinata, con residue deboli precipitazioni, mentre tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio vi sarà un temporaneo miglioramento con assenza di fenomeni e locali parziali schiarite. Nuovo aumento della nuvolosità nel corso del pomeriggio, fino ad avere cielo nuovamente nuvoloso o coperto entro sera ma ancora senza precipitazioni. Ventilazione debole o a tratti moderata. Temperature minime circa stazionarie, con valori appena inferiori ai 5 °C; massime in lieve aumento, con valori vicini ai 10 °C.

Entro la mezzanotte su lunedì, è previsto un accumulo di pioggia complessivo fino a 20-30 mm sul carmagnolese, così come evidenziato nella cartina che segue: