Pronto soccorso di Carmagnola, è ufficiale: dal 1° luglio riapre la notte

319

L’Asl TO5 ha confermato ufficialmente che al San Lorenzo di Carmagnola riapre dal 1° luglio il Pronto Soccorso notturno. Il servizio era stato temporaneamente sospeso lo scorso 27 marzo a causa dell’emergenza Covid-19.

pronto soccorso san lorenzo di carmagnola contagio coronavirus Davide Nicco foto Google Street View
Il pronto soccorso dell’ospedale San Lorenzo di Carmagnola

L’Asl TO5 conferma ufficialmente che dal prossimo 1° luglio torna alla normalità il Pronto Soccorso dell’ospedale San Lorenzo di Carmagnola.
L’attività del reparto di emergenza del nosocomio carmagnolese, infatti, era stata ridotta lo scorso 27 marzo alla sola fascia diurna, con l’interruzione della ricezione in quella notturna dalle ore 20 alle ore 8.

La parziale chiusura temporanea era stata determinata dall’emergenza Covid, che ci stiamo lasciando piano piano alle spalle –ha detto il direttore generale dell’Asl TO5, Massimo UbertiSiamo felici che tutto possa tornare alla normalità e alle attività quotidiane sperando di non dover più affrontare crisi sanitarie come quella trascorsa o, quantomeno, che se mai dovesse ripresentarsi, il nostro sistema saprà come farne fronte”.

La Regione Piemonte conferma: Carmagnola sarà sede di Covid Hospital

L’assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi, che era intervenuto a suo tempo sulla chiusura notturna, commenta così la riapertura del Pronto soccorso e il nuovo ruolo del presidio carmagnolese: “Ringrazio l’Asl TO5 e i sindaci del territorio, in particolare il sindaco di Carmagnola, per la loro disponibilità in una fase di emergenza come quella che abbiamo vissuto nel mese di marzo. Come anticipato a suo tempo, ora ci sono le condizioni per un pieno ritorno alla normalità. Un grazie anche ai cittadini che hanno compreso la situazione, dimostrando grande collaborazione”.

Soddisfazione è espressa anche dal sindaco di Carmagnola, Ivana Gaveglio: “Esprimo il nostro apprezzamento per la precisione con la quale il direttore generale Uberti aveva assicurato la riapertura del Pronto Soccorso di Carmagnola a fine giugno, e così è stato. Massima riconoscenza, dunque, e due considerazioni: la prima è che questo ritorno alla normalità è una indicazione che il Covid, in qualche modo, è stato domato; l’altra, una conferma del senso di attaccamento a questo servizio e che dà un segnale di tranquillità a tutti i cittadini del Carmagnolese”.

Immuni, l’app nazionale contro il COVID-19. Come funziona? È sicura? Tutte le informazioni per usarla