A Racconigi è scontro politico sul crollo del muro in via dei Salici

531

A Racconigi maggioranza e opposizione hanno organizzato due conferenze stampa per dire la propria sul crollo del muro di un fabbricato comunale in via dei Salici.

Racconigi crollo muro Salici
Alla conferenza stampa della minoranza erano presenti i consiglieri Enrico Inverso, Patrizia Gorgo, Andrea Maero e Rinuccia Bergia

A Racconigi si sono tenute -a un’ora di distanza l’una dall’altra- due conferenze stampa per discutere del crollo del muro esterno di un fabbricato comunale in via dei Salici.

“Si tratta di un fatto gravissimo; le macerie sono cadute con una tale forza che hanno divelto un palo dell’illuminazione, deformato le transenne e invaso completamente la strada, andando ben oltre la protezione messa per i passanti. É stato un puro caso che nessuno transitasse in quel tratto di strada al momento del crollo, altrimenti l’episodio avrebbe avuto ben altre conseguenze –dichiara Patrizia Gorgo, della Lista Civica Tosello– Abbiamo sentito dare la colpa di questo episodio ad altri enti o alla lentezza della burocrazia, ma il sindaco Valerio Oderda è responsabile dell’incolumità pubblica e avrebbe dovuto chiudere la strada per mettere in sicurezza il muro”. 

Contributi ai Vigili del Fuoco volontari di Racconigi e Vinovo

Interviene il consigliere Inverso“Non possiamo definirla una fatalità perché i segni di cedimento erano evidenti e numerosi cittadini avevano già esposto la propria preoccupazione sullo stato dell’edificio”. 

La strada in cui è avvenuto il crollo si trova in una zona abitata, vicino ai giardinetti pubblici e a una sede dell’associazione scout“Fortunatamente non era presente alcun bambino perché ci si trovava ancora nel periodo festivo –continua Gorgo- Stiamo valutando di presentare un esposto contro ignoti a tutela dell’incolumità pubblica”. 

Conclude Gorgo: “A tutto questo si aggiunge una riflessione sul fatto che Racconigi si sta spopolando, ci sono troppe costruzioni vuote in disuso, sia pubbliche che private, e l’Amministrazione non ha saputo mettere in piedi un piano organico per rilanciare l’edilizia”.

La conferenza stampa della maggioranza si è tenuta nella sala consiliare del palazzo comunale

Non è tardata ad arrivare la risposta del sindaco Valerio Oderda tramite una conferenza stampa convocata nella sala consiliare del palazzo comunale: “Non siamo qui a sottrarci alle nostre responsabilità, penso però che sia opportuno evitare lo sciacallaggio politico su eventi come questo. Tutti noi ci siamo impegnati per trovare soluzioni per quell’edificio, ma c’erano altre priorità, come gli interventi nelle scuole, nel palazzo comunale, nella biblioteca e tanti altri lavori”. 

Oderda passa poi a fare un excursus sui vari interventi realizzati nell’edificio in questione, a partire dal 1993, quando erano stati eseguiti alcuni lavori sulla struttura per creare un magazzino, fino al 2020: “Nel 2019 insieme all’Avis abbiamo elaborato un progetto per la dismissione dell’area, ma ci sono state tante difficoltà e, alla fine, nel 2020, abbiamo desistito –spiega il sindaco- Al momento abbiamo già programmato un intervento, in modo che si possa riaprire la strada entro un paio di giorni e venga sistemato il muretto perimetrale”. 

Conclude Oderda: “C’è sempre stata grande attenzione da parte nostra sulla sicurezza dei cittadini, purtroppo non ha giovato il periodo difficile in cui ci troviamo”. 

Su una cosa Maggioranza e Opposizione concordano: Fortunatamente nessuno si è fatto male e per questo siamo tutti molto contenti”. 

A Racconigi si presenta il libro “Dalla parte della storia” su Bartolo Gariglio