Piobesi proroga il contributo Tari 2021 alle utenze non domestiche

167

Il Comune di Piobesi Torinese ha prorogato i termini per presentare le domande in merito al contributo per la Tari 2021, a favore delle utenze non domestiche: c’è tempo fino al 31 gennaio.

contributo tari piobesi
Il Comune di Piobesi Torinese ha indetto un bando riguardante la tassa rifiuti per le utenze non domestiche: è prorogato fino al 31 gennaio (foto: Comune di Piobesi Torinese)

Il Comune di Piobesi Torinese ha deciso di prorogare i termini per presentare le domande relative all’ottenimento del contributo per la tariffa rifiuti (TARI), a favore delle utenze non domestiche (negozi, attività artigianali, ecc.). Il precedente termine era stato stabilito per il 30 dicembre 2021, ma, secondo le nuove disposizioni, si potrà presentare richiesta fino al 31 gennaio 2022.

Possono beneficiare del contributo le utenze non domestiche colpite da restrizioni a causa dell’emergenza sanitaria e in regola con i versamenti della tassa in questione; è data però priorità a coloro che hanno dovuto chiudere la propria attività tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2021.

La Regione finanzia il progetto di tariffazione puntuale del Covar 14

Per l’iniziativa il Comune ha stanziato la cifra complessiva di oltre 48 mila euro; nel caso in cui le richieste superassero tale somma l’importo verrebbe suddiviso privilegiando le utenze che hanno dovuto obbligatoriamente chiudere la propria attività a causa della pandemia: ad esse verrà dato un contributo pari a ciò che avrebbero dovuto versare nel periodo di chiusura. La cifra restante sarà ripartita per tutte le altre domande che sono state presentate “in proporzione al rispettivo complessivo ammontare dovuto a titolo di TARI per l’anno 2021“, specifica l’Amministrazione nel testo del bando.

Covar 14: nel 2022 arriva la tariffa puntuale dei rifiuti

Per presentare la domanda al fine di ottenere il contributo, è necessario che gli interessati facciano riferimento al modulo presente sul sito del Comune. Questo dovrà essere consegnato entro il termine previsto a mano all’ufficio Protocollo, durante i suoi orari di apertura, inviato tramite posta oppure con la e-mail certificata (PEC) all’indirizzo protocollo.comune.piobesi.to@pec.it.

E’ inoltre obbligatorio allegare al modulo documento di riconoscimento valido, la fattura emessa dal Covar14 per l’anno 2021, le ricevute di pagamento fattura, il codice IBAN dell’utenza, il certificato CCIAA da cui si rileva il codice ATECO dell’attività, e anche altri documenti che potranno essere utili all’Amministrazione per valutare le chiusure e restrizioni subite a causa dell’emergenza sanitaria in corso.

Ripartiamo da Zero, la nuova campagna del Consorzio rifiuti Covar 14