Un albero fatto all’uncinetto per colorare il Natale di Osasio

548

A Osasio arriva dal Molise la proposta “Un filo che unisce da Trivento a…”: verrà realizzato un albero di Natale all’uncinetto come simbolo di speranza e unione.

L’associazione Qiqajon di Osasio.

Osasio si prepara al Natale con un progetto nuovo e particolare: un albero di Natale realizzato all’uncinetto. L’idea è stata proposta dall’Associazione Qiqajon di Osasio, composta da un gruppo di donne che hanno una passione in comune: fare l’uncinetto.

Tutto nasce dal progetto lanciato in Molise, in un piccolo paese medievale, Trivento: anche là esiste un’Associazione, denominata “Un filo che unisce”, composta da donne che amano fare l’uncinetto.

Nel 2017 hanno realizzato a Trivento un albero di Natale interamente fatto con questa tecnica e successivamente hanno portato avanti altri progetti, tra cui la realizzazione di coperte, usate per rivestire le strade che portano al centro del loro paese.
Le fotografie delle loro realizzazioni si sono poi diffuse in tutto il mondo: a oggi, hanno aderito al progetto una cinquantina di Comuni italiani, ma anche in Sudamerica e in Nord Europa.

Ora il progetto è giunto fino a Osasio, dove Qiqajon ha deciso di realizzare l’albero di Natale 2020.
Solitamente il gruppo si trovava a lavorare nei locali comunali, ma a causa dell’emergenza Covid-19 ciò non è più stato possibile; le donne hanno però continuato a realizzare le mattonelle di lana ciascuna a casa propria: verranno poi assemblate insieme una volta concluse.

L’albero ha un significato metaforico: è costituito da tanti quadrati colorati che possono rappresentare ogni singola donna con le proprie differenze, e assemblati possono dare speranza”, spiega la presidente dell’Associazione, Clara Pautasso.

Il progetto natalizio è reso possibile anche grazie all’adesione di altri gruppi di Osasio, tra cui il Comitato manifestazioni, la Fidas e il Coro parrocchiale.
L’Associazione ha ricevuto anche l’aiuto del fabbro Bonansea di Buriasco, che ha deciso di realizzare gratuitamente la struttura metallica da rivestire con le mattonelle di lana: le organizzatrici hanno quindi scelto di donare ciò che è stato così risparmiato alla lotta e la ricerca per il cancro al seno.

L’idea dell’albero di Natale è diventata un progetto del paese intero -conclude Pautasso- L’obiettivo è quello di dare speranza e trasmettere il messaggio che siamo tutti fratelli. Soprattutto in questa situazione di pandemia, è necessario aprire gli occhi e far capire che se si è uniti e se ci si aiuta a vicenda qualcosa può cambiare”.

È possibile conoscere il progetto originario “Un filo che unisce” in maniera più approfondita sul sito dell’Associazione molisana. Per avere più informazioni sull’Associazione Qiqajon di Osasio e sul loro albero di Natale, invece, è possibile chiamare il numero 339-8239865.