Aggiornamenti dall’Ucraina forniti dall’OdV Mondo in Cammino

855

L’OdV carmagnolese Mondo in Cammino ha fornito alcuni aggiornamenti dall’Ucraina, in particolare dal villaggio di Radinka e da Ivankiv, dove da anni sono attivi progetti di cooperazione nell’area di Chernobyl.

aggiornamenti dell'ucraina
Una delegazione di Mondo in Cammino a Ivankiv, in Ucraina [immagine di repertorio]
Ci scusiamo per il ritardo nel dare notizie, ma abbiamo preferito aspettare di avere notizie dai nostri amici ucraini prima di fare dell’allarmismo ingiustificato“: con questa premessa, oggi, il Direttivo dell’OdV carmagnolese Mondo in Cammino ha fornito alcuni aggiornamenti dall’Ucraina.

Notizie di prima mano, che arrivano direttamente dai territori in cui MIC è attiva da svariati anni, con i suoi progetti di cooperazione internazionale a favore delle popolazioni già colpite dal dramma di Chernobyl.

Mondo in Cammino, aperto il tesseramento 2022

Il villaggio di Radinka é stato occupato il primo giorno dalle truppe filorusse bielorusse e cecene, provenienti dalla Bielorussia, non abbiamo notizie di scontri, feriti, né di morti. Non ci sono stati combattimenti né azioni violente contro i civili“, informano da Mondo in Cammino.

In particolare, la direttrice della scuola di Radinka, Nadezhda Lishelienko, sta bene, e insieme al resto della popolazione del villaggio è rifugiata nella cantina della scuola. “Tutta la popolazione di Radinka é rifugiata nella cantina della scuola perché é l’unico rifugio disponibile. Non c’è stato tempo per un’evacuazione“.

Sia per problemi precedenti, ora con l’offensiva russa, non c’é fornitura di acqua corrente, ma fortunatamente ci sono molti pozzi nel villaggio dove reperire acqua potabile.

I bambini di Pancalieri con uno striscione chiedono la pace

La situazione ad Ivankiv invece è peggiore purtroppo -proseguono da MIC- La cittadina é stata bombardata, ci sono diversi morti e feriti fra la popolazione. Il ponte della strada principale che collegava Ivankiv con Kiev é stato abbattuto. La mamma di Vladik ed il figlio stanno bene, siamo in contatto con loro; non abbiamo ancora notizie da altri amici“.

L’Organizzazione di Volontariato carmagnolese, fondata dal compianto Massimo Bonfatti, promette di fornire ulteriori aggiornamenti puntuali dall’Ucraina, ora che sono riusciti ad avere un contatto diretto e notizie attendibili.

Speriamo che tutta questa follia finisca il prima possibile -conclude il Direttivo- Inutile dire che siamo fermamente contrari e profondamente dispiaciuti per questa guerra. Non ci sono parole per descrivere i nostri sentimenti di dolore e vicinanza alla popolazione ucraina“.

Mondo in Cammino: “continueremo l’opera di Bonfatti”