Anche la Provincia di Cuneo torna in zona arancione

215

Già da domani, sabato 17 aprile 2021, torna in zona arancione anche la Provincia di Cuneo, ultima ad essere finora rimasta “rossa” in tutto il Piemonte.

Provincia Cuneo zona arancione
Il presidente del Piemonte, Alberto Cirio, con il generale Figliuolo durante la visita in Piemonte del commissario straordinario all’emergenza Covid-19 (foto Facebook)

La Provincia di Cuneo passa in zona arancione già da domani, sabato 17 aprile 2021, uniformandosi così al colore che negli ultimi giorni ha già caratterizzato il resto del Piemonte.

L’incidenza dei contagi è sotto i 250 casi ogni 100 mila abitanti, ovvero la soglia di allerta che alla luce del nuovo decreto aveva imposto nei giorni scorsi il mantenimento delle misure da zona rossa -ha dichiarato il presidente della Regione, Alberto Cirio– Tale indice, in base all’ultimo rilevamento analizzato dagli epidemiologi dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte, si attesta infatti a quota 230“.

Con il ritorno in arancione, tornano a riaprire tutti i negozi (indipendentemente dal codice Ateco), così come barbieri, parrucchieri e centri estetici. Anche i venditori di generi non alimentari ai mercati ambulanti possono riprendere la loro attività.

Bar, ristoranti e simili restano chiusi al pubblico, mantenendo sempre la possibilità di asporto (solo fino alle 18 per i bar, fino alle 22 per gli altri) e consegna a domicilio. I centri commerciali restano chiusi nei weekend. Resta lo stop totale per palestre, piscine, centri sportivi, cinema e teatri.

Sono di nuovo consentiti gli spostamenti all’interno del proprio Comune, tra le 5 e le 22, senza bisogno di autocertificazione. Si può anche andare a trovare parenti e amici, sempre all’interno del Comune, una volta al giorno.

Scuole in presenza al 100% fino alla terza media e al 50% per le superiori.

Il contagio Covid-19 arretra in gran parte del Carmagnolese