Carmagnola, convenzioni tra Comune e privati per le telecamere

597

Il Comune di Carmagnola si appresta a regolamentare le telecamere di privati (inclusi negozi e uffici) che riprendono aree pubbliche o di pubblico passaggio: è necessario sottoscrivere apposite convenzioni.

convenzioni telecamere carmagnola
I privati che hanno telecamere in grado di riprendere aree pubbliche o di pubblico passaggio devono sottoscrivere apposite convenzioni con il Comune di Carmagnola [immagine di repertorio]
Per regolamentare le riprese effettuate su aree pubbliche da parte di telecamere di videosorveglianza private (come quelle di negozi, uffici o abitazioni), il Comune di Carmagnola si appresta a stipulare apposite convenzioni, per garantire anche il rispetto della privacy e per l’eventuale utilizzo delle riprese a fini di sicurezza.

Verificata l’installazione di numerosi impianti di videosorveglianza, dilagante sia all’interno di esercizi commerciali che in luoghi privati da parte di persone private, indipendentemente dal fatto che tali luoghi siano accessibili al pubblico o meno, occorre una regolarizzazione ufficiale -spiegano dal Comune- Tali sistemi, messi a disposizione da soggetti terzi (privati, singoli o associati), possono contribuire all’estensione e implementazione del sistema di videosorveglianza cittadino mediante la sottoscrizione di una apposita convenzione“.

Installate le telecamere per sorvegliare le scuole di Carmagnola

Tutte le telecamere che riprendono aree pubbliche o soggette a pubblico passaggio devono pertanto conformarsi alle disposizioni di legge in materia, incluse le prescrizioni dettate dal Garante della Privacy.

Lo prevede anche il regolamento comunale in materia, che specifica: “La strumentazione dovrà essere installata, manutenuta e aggiornata a cura, oneri e spese del soggetto terzo e resa disponibile all’autorità pubblica che ne faccia richiesta -si legge all’articolo 15- All’atto della sottoscrizione della convenzione, la collocazione dovrà essere certificata da una specifica relazione di un tecnico abilitato, a cui è demandata altresì l’individuazione delle caratteristiche tecniche minime delle strumentazioni installate, dell’ubicazione di server e monitor inaccessibili da parte di persone non autorizzate e dell’area di inquadratura delle singole telecamere sull’area pubblica“.

Per questo è disponibile, sul sito internet del Comune, un modello per presentare domanda di convenzione.

Altre telecamere in arrivo per sorvegliare Carmagnola