La ricarica delle auto elettriche è realtà a Carmagnola

1515

Posizionate otto colonnine di ricarica, che diventeranno operative nelle prossime settimane, appena terminati i collaudi. Soddisfatto l’assessore Cammarata: “Carmagnola è all’avanguardia”.

Colonnina ricarica auto elettriche Carmagnola

Le colonnine per la ricarica delle auto elettriche sono diventate realtà a Carmagnola.
Nelle scorse settimane, infatti, la ditta che gestisce l’illuminazione pubblica ha posizionato otto impianti, nelle zone strategiche del centro e nei principali borghi cittadini.

Tre strutture si trovano nel centro di Carmagnola: una è nei pressi del municipio, lungo piazza Mazzini, e due sono state posizionate nelle piazze Pertini e Falcone e Borsellino, a servizio anche della stazione ferroviaria.

Le altre postazioni di ricarica per le auto elettriche si trovano nell’area commerciale di Santa Rita; in piazza Olimpiadi, vicino al centro sportivo comunale; a Salsasio, lungo l’asse di via Torino e in piazza monsignor Romero, e a San Bernardo, in piazza Maestri Cordai.

Le colonnine entreranno in funzione nelle prossime settimane, non appena saranno stati eseguiti tutti i collaudi e dopo che la Polizia municipale avrà delimitato i parcheggi riservati alla ricarica delle auto elettriche, con apposita ordinanza.

L’accordo prevede che la ditta gestisca le colonnine senza alcun onere (neanche di installazione) per il Comune di Carmagnola, che da parte sua ha concesso gratuitamente l’occupazione di suolo pubblico.

«Siamo il primo centro della Cintura torinese ad avere un numero così alto di impianti per la ricarica di veicoli elettrici, peraltro distribuiti strategicamente su tutto il territorio -commenta l’assessore ai lavori pubblici, Alessandro Cammarata– Si tratta di un’operazione importante, un ulteriore passo verso una città più “smart”, più vivibile e al passo con i tempi»

Ma le auto elettriche in circolazione a Carmagnola sono ancora molto poche
«Occorre guardare al futuro e non al presente, e l’elettrico rappresenta il futuro nel settore dell’Automobile -ribatte Cammarata– Sicuramente la presenza di strutture per la ricarica sul territorio rappresenta un incentivo, come è avvenuto negli anni scorsi a Torino, e analogamente in passato rispetto alle auto a GPL o a Metano