Carmagnola: sportello LGBTQIAP+ contro paure e pregiudizi sessuali

232

Attivo al Circolo Margot di Carmagnola due sabati al mese il nuovo sportello Agedo contro paure e pregiudizi sessuali, a supporto delle persone LGBTQIAP+ e dei loro familiari.

sportello lgbtqia Carmagnola
Il Circolo Arci Margot di Carmagnola ospita, due volte al mese, uno sportello di supporto per le persone sportello LGBTQIAP+

All’interno del Circolo Arci “Margot” di via Donizetti 23, a Carmagnola, il primo e terzo sabato del mese dalle 15 alle 17:30, è attivo uno sportello di ascolto e informazione per persone LGBTQIAP+ e i loro familiari, nato dalla collaborazione con l’Associazione Agedo di Torino.

Il servizio offre supporto a genitori e famiglie nel percorso di coming out dei figli e delle figlie lesbiche, gay, bisessuali, trans* e poliamorose, lavorando per abbattere i pregiudizi, le paure e gli stereotipi relativi all’identità sessuale, con l’obiettivo di educare al rispetto e intervenire contro ogni forma di discriminazione.

Bottiglie arcobaleno per sostenere la Comunità LGBTQ+, un’idea made in Carmagnola

Lo sportello lavora quindi per prevenire il disagio giovanile attraverso un’informazione corretta, nell’ottica della valorizzazione delle differenze. Si occuperà, inoltre, di organizzare momenti di confronto ed eventi di sensibilizzazione su diversi temi.

Agedo si propone di offrire ascolto e accoglienza alle famiglie, sensibilizzare il mondo della scuola, promuovere all’interno delle istituzioni e tra la popolazione i temi del rispetto di tutte le persone e di tutte le soggettività, in modo da prevenire e contrastare la violenza, l’esclusione e le discriminazioni basate sul genere e l’orientamento sessuale, a partire dal contesto familiare. “I nostri figli sono parte del mondo, non un mondo a parte”, dichiarano dall’Associazione.

Lego, i prodotti non saranno più divisi per genere ma per passioni

«Siamo felici di poter offrire uno spazio gratuito e qualificato di incontro e di confronto, nella massima riservatezza e discrezione, e promuovere la cultura dell’accoglienza e dell’inclusione», commenta Alina Seiceanu, presidente del Margot.

Per maggiori informazioni e contatti, scrivere a sportelloagedo@circolomargot.it o contattare il 351-7847562 (anche via WhatsApp) oppure visitare la pagina dedicata sul sito del Circolo.

La Città metropolitana di Torino contro l’omolesbobitransfobia