Carmagnola: una campagna per l’utilizzo della legna in stufe e caminetti

552

L’assessore all’ambiente del Comune di Carmagnola, Roberto Gerbino, ha promosso una campagna di informazione sul corretto utilizzo della legna in stufe e caminetti, durante il periodo invernale.

legna stufe
Carmagnola: diffuse alcune regole per bruciare correttamente la legna o i pellet in stufe e caminetti

Per tutelare la salute e l’ambiente, riducendo l’inquinamento atmosferico, il Comune di Carmagnola ha lanciato una campagna informativa per ricordare ai cittadini le regole per il corretto utilizzo della legna come combustibile per stufe e caminetti domestici.

Si tratta di alcuni semplici concetti, facili da applicare, che ci permettono di non peggiorare la qualità dell’aria che respiriamo, con effetti anche sulla nostra salute“, sottolinea l’assessore all’ambiente, Roberto Gerbino, ricordando che stufe e caminetti sono classificati a tutti gli effetti come impianti termici.

Qualità dell’aria in Piemonte, nuove misure contro smog e inquinamento

La prima regola è quella di utilizzare solo legna da ardere, destinata a tale scopo, secca, stagionata e non trattata. Anche i pellet devono essere certificati e conformi alla normativa.

Non bisogna invece mai usare altri combustibili, compresi giornali e riviste, oppure imballaggi o mobili, anche se di legna pulita, né bruciare i rifiuti nelle stufe e caminetti di casa. “Si tratta di pratiche che, oltre a essere nocive, possono essere anche sanzionate e addirittura perseguite penalmente“, ricordano dal Comune.

Aria a Carmagnola, i dati aggiornati del nuovo rapporto Arpa

Infine, il Comune ricorda che stufe e caminetti devono essere installate solamente da personale autorizzato, che deve rilasciare apposita dichiarazione di conformità e il libretto dell’impianto, oltre a prevedere manutenzioni periodiche, anche alla canna fumaria.

Per ulteriori informazioni e dettagli, è possibile contattare l’Ufficio Ambiente del Comune di Carmagnola al numero 011-9724258 o 384.

Qualità dell’aria: divieto di falò e abbruciamenti in Piemonte