Carmagnola: un’ordinanza posticipa l’accensione del riscaldamento

447

Le alte temperature di questi giorni, insieme alle necessità ambientali e di risparmio energetico, hanno portato il sindaco di Carmagnola a posticipare l’accensione del riscaldamento in città per la stagione fredda 2023-2024.

accensione riscaldamenti carmagnola
Fino al 22 ottobre 2023 a Carmagnola non si potranno accendere caldaie e termosifoni per il riscaldamento [immagine di repertorio]
L’accensione del riscaldamento a Carmagnola, per la stagione invernale 2023-2024, sarà accorciata, con benefici sia dal punto ambientale (minori emissioni) sia in termini di risparmio energetico.

Lo ha stabilito il sindaco Ivana Gaveglio, con un’ordinanza che -complici anche le alte temperature di questo inizio ottobre- sposta la data di avvio degli impianti dal 15 al 22 ottobre, salvo ulteriori proroghe.

Con lo stesso documento, il sindaco ha anche accorciato all’8 aprile 2024 la data massima entro la quale sarà possibile tenere in funzione termosifoni e caldaie, una settimana in meno rispetto ai termini indicati dalla legge nazionale per la zona climatica E in cui Carmagnola è inserita.

Carmagnola, tornano le misure anti-inquinamento: limitazioni per auto e riscaldamento

In parallelo viene anche ridotto il periodo di funzionamento quotidiano del riscaldamento, che passa da 14 a un massimo di 13 ore al giorno, comprese tra le ore 5 e le ore 23.

L’ordinanza prevede anche la temperatura massima di 19 gradi in tutti gli edifici (salvo ospedali, scuole, piscine e simili), incluse le abitazioni domestiche, e a 18 gradi per attività industriali, artigianali e assimilabili.

Qualità dell’aria in Piemonte, nuove misure contro smog e inquinamento

La decisione è stata presa sulla base della normativa del 2013, che attribuisce ai sindaci il potere di aumentare o diminuire i periodi annuali di esercizio e la durata giornaliera di accensione degli impianti, nonché di stabilire riduzioni di temperatura ambiente massima consentita.

«La nostra Amministrazione è fortemente impegnata sui temi della sostenibilità ambientale e nel contenimento delle emissioni inquinanti e gli impianti termici a uso civile rappresentano una delle fonti di inquinamento atmosferico a livello locale -scrive Gaveglio nell’ordinanza- In questi giorni, peraltro, si cominciano a registrare in ambito provinciale superamenti del valore limite giornaliero del particolato atmosferico».

Inoltre, sottolinea sempre il sindaco nel proprio documento ufficiale, «le misure di contenimento del consumo di gas naturale adottate lo scorso anno a causa dell’instabilità del contesto internazionale hanno prodotto un effetto virtuoso in termini di riduzione dei consumi e del conseguente inquinamento».

Risparmio energetico: il Comune di Carmagnola prende misure contro il caro-bollette