Cri e Cro, le mascotte della Croce Rossa di Carmagnola

651

Si chiamano Cri e Cro i due pupazzi installati all’esterno della nuova sede della Croce Rossa di Carmagnola, opera dei volontari.

Croce Rossa di Carmagnola
Cri e Cro, le nuove mascotte installate davanti alla sede della Croce Rossa di Carmagnola, in piazza I maggio

Riceviamo e pubblichiamo dal Comitato locale di Carmagnola della Croce Rossa Italiana:

Non potete darmi torto. Si va sempre mal volentieri in CRI. Quando si è costretti a farlo è per prenotare un’ambulanza per un parente che non sta bene o per saldare un servizio già effettuato.

Eppure la nuova sede di piazza 1° maggio è bella, ampia, luminosa, ricca di piante ornamentali che la rendono piacevole e accogliente e poi c’è sempre un volto sorridente che ti accoglie alla reception.

Da qualche giorno i volontari hanno realizzato un loro progetto. Hanno creato due pupazzi, rigorosamente in divisa rossa con croce bianca, che si possono ammirare sia entrando da viale Garibaldi che transitando per via Piscina. Sono appoggiati su un fazzoletto di terra seminato a prato verde.

Un tocco di verde alla sede Cri di Carmagnola

La materia prima sono due grandi vasi in plastica (quelli da giardino) che formano la testa ed il tronco ed una serie di vasetti più piccoli, incastrati gli uni negli altri, che formano le braccia e le gambe.

Ogni pupazzo è “double face”, con due volti (uno femminile e uno maschile) che si possono vedere da entrambe le strade. Una volontaria (che si diletta con piccoli lavoretti) ha raccolto l’idea, ha scelto il materiale base, ha inventato i volti e si è espressa al meglio.

Un veloce sondaggio ha stabilito che i loro nomi fossero “Cri” (il diminutivo con cui si chiama la sede) e “Cro” (l’abbreviazione di Croce Rossa). Vasi grandi e piccoli, una base “primer” per far aderire il colore sulla plastica, la personalizzazione dei soggetti, infine una vernice spray trasparente per il fissaggio delle immagini ed un’edera al posto dei capelli.

Ed ecco il lavoro finito. I costi sono stati sostenuti da tanti volontari che si sono autotassati e da un paio di loro che hanno integrato la differenza mancante.

CRI Carmagnola, i numeri del 2020