Decreto Pasqua 2021, misure più rigide per fermare il Covid

1235

Approvato dal Governo Draghi il nuovo Decreto Pasqua 2021, che introduce misure più rigide nel contrasto alla diffusione del Covid-19 in Italia.

Decreto Pasqua 2021
Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha annunciato le misure più restrittive contenute nel Decreto Pasqua 2021 (foto: governo.it)

Il Governo Draghi ha approvato oggi un nuovo decreto legge -già denominato “Decreto Pasqua 2021” in quanto contiene le misure relative al periodo festivo pasquale– con misure più rigide finalizzate a contrastare la diffusione del Covid.

Tutta Italia -salvo eventuali Regioni in zona bianca- diventerà pertanto zona rossa nei giorni 3, 4 e 5 aprile (Sabato Santo, Pasqua e Pasquetta). Il Piemonte è comunque già fortemente a rischio di diventare “rosso” fin dalla prossima settimana: la decisione verrà presa nelle prossime ore.

Nelle aree e giornate di zona rossa sarà vietato recarsi in visita a parenti e amici, oltre a tutte le regole già normalmente in vigore per tale colorazione: divieto di uscita di casa se non per giustificate esigenze lavorative, necessità o urgenza; chiusura dei negozi salvo quelli che vendono beni di prima necessità.

Contagi Covid +32% nel Carmagnolese, si avvicina la zona rossa

Più stretti anche i parametri per le Regioni: diventano automaticamente “rosse” quelle in cui l’aumento dei contagi in una settimana è superiore ai 250 casi ogni 100 mila abitanti (lo 0,25%), ovvero il criterio fin qui adottato per consentire ai presidenti di chiudere le scuole.

Inoltre scompare, in pratica, la zona gialla: dal 15 marzo al 6 aprile, infatti, le Regioni che sarebbero in tale fascia si trasformano comunque in arancioni, con le regole più stringenti previste in tal caso (bar e ristoranti chiusi al pubblico ma solo con asporto o delivery; divieto di uscita dal proprio Comune di residenza, ecc.).

I singoli presidenti hanno inoltre la possibilità di introdurre misure ancora più restrittive, qualora la situazione epidemiologica dovesse peggiorare ulteriormente.

Piemonte, nuovamente sospesi i ricoveri no Covid e gli ambulatori