Domenica i “Portici da Leggere” per il Mese della Cultura

235

Appuntamento domenica 9 giugno nel centro storico di Carmagnola con una nuova edizione di “Portici da Leggere”, manifestazione dedicata alle piccole case editrici e librerie di torinese e cuneese. Alle 18 in biblioteca incontro con Diego Fusaro.

Portici da Leggere 2019

Domenica 9 giugno, sotto i portici di via Valobra, in concomitanza con il Mercantico, torna l’appuntamento primaverile con “Portici da leggere”, la fiera carmagnolese del libro, alla quale parteciperanno molte case editrici e librerie del torinese e del cuneese.

Durante tutta la giornata, gli amanti della lettura potranno curiosare fra libri di vario genere e conoscere le più recenti proposte editoriali presentate da Libridea, Verdelibri, Libropoli, Libreria Eleste, Giunti al Punto, Libreria Maramay, Araba Fenice Libri, Editrice Viglongo, Edizioni Arktos, Libreria Setsu-bun, Le Brumaie Editore, Libreria Belgravia, Umberto Soletti Editore, Libreria Il Gatto che pesca, Roberto Chiaramonte Editore, Edizioni Hogwords, Libreria Donostia, Golem Edizioni, Libreria Equilibri, Spunto Edizioni, e diversi altri espositori.

La mostra del libro sarà inoltre arricchita da eventi collaterali come l’Invito a Casa Cavassa, proposto dalla Soms Bussone. Al Museo tipografico Rondani sarà invece possibile partecipare a Ink Adventures, con visite guidate fra le collezioni e i torchi del museo, accompagnate da attività di stampa creativa. Nel pomeriggio, in biblioteca, è inoltre in programma la presentazione del volume di Maria Luisa Sanchez Carbone “Il mondo del canto. Vivere e sopravvivere”.
Quindi, alle 18 in sala Solavaggione, incontro con il filosofo Diego Fusaro sui contenuti del suo libro “Il nuovo ordine erotico. Elogio dell’amore e della famiglia”.

Tutti gli eventi rientrano nel cartellone del Mese della Cultura 2019 organizzato dal Comune di Carmagnola.

«Portici da Leggere è una festa dedicata al libro e all’editoria che, grazie al successo ottenuto, proponiamo per il terzo anno consecutivo con ben due appunatmenti annuali, in primavera e in autunno commenta l’assessore alla Cultura, Alessandro Cammarata– Ho voluto che diventasse un consolidato appuntamento carmagnolese per promuovere la pratica della lettura, esercizio indispensabile per sviluppare l’intelligenza e la personalità di ognuno. Ritengo anche che leggere un libro sia un modo alternativo e poco dispendioso, per prendersi cura di sé stessi. Inoltre, Portici da Leggere e il festival Letti di Notte hanno permesso a Carmagnola di essere insignita del riconoscimento di “Città che Legge”, titolo che nella sua semplicità racchiude un concetto di notevole importanza: siamo una città che vuole essere attenta ed informata, per affrontare con responsabilità e consapevolezza ogni aspetto della vita».