Don Ciotti presenta il suo ultimo libro “L’amore non basta”

324

Venerdì 12 febbraio don Luigi Ciotti presenterà online il suo ultimo libro “L’amore non basta”. L’evento è organizzato dalle parrocchie di Santena, Cambiano e Villastellone.

don ciotti libro
Don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e di Libera, presenterà il suo ultimo libro “L’amore non basta”

Venerdì 12 febbraio alle ore 20:50, don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e dell’associazione Libera contro i soprusi delle mafie in tutta Italia, presenterà online il suo ultimo libroL’amore non basta“.

L’evento, organizzato dalle parrocchie di Santena, Cambiano e Villastellone -con la collaborazione delle parrocchie dell’unita pastorale 57 e con il patrocinio dei Comuni di Santena, Cambiano, Villastellone e Poirino– sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook parrocchiale e verrà moderato dalla giornalista Sara Bauducco.

“L’amore non basta” è una sorta di autobiografia collettiva di don Luigi Ciotti, uomo di fede ma anche rivoluzionario che si batte per una maggiore giustizia sociale e per costruire una società dove tutti, a partire dai più fragili, siano riconosciuti nella loro libertà e dignità di persone.

Magliette rosse anche a Carmagnola per ricordare i bambini migranti

Nel libro, il sacerdote nativo di Pieve di Cadore parla di se stesso attraverso dubbi e inquietudini e, allo stesso tempo, restituisce ai lettori la sua vita attraverso una sorta di incarnazione del “noi”, perché costituita da una miriade di incontri che l’hanno segnata e trasformata.

Nel volume, inoltre, don Ciotti tratta in controluce anche le vicende cruciali della recente storia dell’Italia mettendo al centro dell’attenzione tutti quei problemi che la politica non ha mai affrontato alla radice. A cominciare dalla mafia e dalla droga fino ad arrivare alla corruzione, veri ostacoli al riscatto del nostro paese.

Per occuparsi degli altri, l’amore è base troppo fragilespiega don Luigi nell’introduzione del libro- Occorre il sentimento di giustizia, ossia una profonda empatia per le vicende umane, quel sentire sulla pelle le ferite degli altri che impedisce l’indifferenza, il giudizio e il pregiudizio, frutti velenosi dell’ignoranza”. 

Rosario Esposito La Rossa vince il Premio Luisa Minazzi – Ambientalista dell’anno 2020