Fiere del fumetto in zona Carmagnola

94

Fiere del fumetto in zona Carmagnola

fiere del fumetto carmagnola
Photo by Erik Mclean on Unsplash

Le fiere del fumetto sono ormai, da anni, una realtà costante del nostro territorio. Se un tempo, infatti, potevamo contare soltanto il Lucca Comics e il Romics come eventi di rilievo, abbiamo visto la crescita di realtà locali come l’Etnacomics, il Milano Comics e anche fiere in zona, come il Torino Comics e il XmasComics, fiera del fumetto e del videogioco che si svolge agli inizi di Dicembre e si pone come una sorta di collegamento fra il periodo natalizio e i mesi fieristici, che sono soprattutto autunnali.

Dopo il successo dei precedenti anni del CarmaComics di Carmagnola, abbiamo assistito al suo mancato rinnovo nel 2021, con un appuntamento per il 2022 che ancora tarda ad arrivare. Nel frattempo possiamo quindi concentrarci sulle fiere intorno, come il sopracitato Xmas Comics, per ritrovarci in un ambiente rilassato a rilassarci e goderci le nostre passioni tra fumetti, cosplay e videogiochi. Per l’edizione 2022 della fiera troveremo anche un’area completamente dedicata a Diabolik, di Astorina, oltre a molte altre sorprese. Non mancheranno ovviamente le nuove “VR Experience” e le mostre al Museo del Cinema, che per l’occasione ospiterà a sua volta ulteriori eventi.

fiera del fumetto carmagnola torino
XMas Comics Torino

Non solo fumetti

Queste fiere sono diventate, negli anni, un luogo di ritrovo per gli appassionati di fumetti e “manga”, unendo quindi molte generazioni fra loro. Dal fumetto italiano, rappresentato da Tex, Diabolik e Martin Mystère, alle uscite più recenti come Jujutsu Kaisen, Chainsaw Man, Demon Slayer e tanti altri.

Sarebbe riduttivo però pensare che le fiere del Comics riguardino soltanto i “comics”. Nella digitalizzazione costante della società a cui stiamo assistendo, troviamo infatti anche altri medium dove vivere avventure, come anime e videogame, immancabili realtà a ormai qualsiasi età.

Se, infatti, i più giovani dividono il loro tempo fra MMORPG, FPS e altre sigle di vario tipo, i “meno giovani”, grazie anche alla sempre maggiore semplicità di utilizzo degli smartphone, possono godersi qualche momento di relax con puzzle, rompicapo e persino giochi online per adulti come i casinò, al punto da spingere alla creazione di liste dei migliori casinò online AAMS e guide dedicate esclusivamente al migliorare le probabilità di vincita alla roulette, il poker o al blackjack!

I ricercatori che si occupano di effettuare le statistiche chiamano questo fenomeno di massiccia diffusione dei videogiochi la “gamification”, dove tutto si alleggerisce e diventa un’occasione per divertirsi o, quantomeno, far pesare attività che sono da sempre un po’ difficili da seguire con costanza, come i workout quotidiani e persino il risparmio delle finanze!

fiere del fumetto carmagnola videogiochi
Photo by OPPO Find X5 Pro on Unsplash

Se il gioco unisce grandi e piccoli

Complice la diffusione dei videogame ormai da decine di anni, non sono certamente poche le generazioni che si trovano ad essere unite da questi argomenti. Alcuni dei “grandi classici” come Super Mario e Sonic oggi vivono ancora momenti di splendore grazie ai “remake”, così come i fumetti che un tempo compravano i nostri genitori oggi hanno dei “reboot” e adattamenti cinematografici, come il Marvel Cinematic Universe.

Le industrie dell’intrattenimento, infatti, sanno che molti dei loro fan di lunga data oggi sono persone adulte, con una famiglia e poco tempo libero. Per questo troviamo medium adatti a ogni età su piattaforme di streaming come Disney+ e Netflix, che in cambio di tenerci compagnia guadagnano cifre incredibili.

Se quindi oggi Iron-man è l’eroe di tutta la famiglia, di certo non possiamo stupirci se anche i videogiochi uniscono grandi e piccoli, grazie anche a una maggiore attenzione da parte degli sviluppatori di creare titoli che possano essere interessanti per molte personalità e aspettative diverse.

Per questo ci auguriamo che CarmaComics torni al più presto e che le altre realtà dedicate all’intrattenimento multimediale e non continuino ad attrarre visitatori di ogni età. Dopotutto un detto molto saggio dice che “si invecchia quando si smette di imparare”, ma noi potremmo che si invecchia quando si smette… di giocare!