Giraudo e Magagna hanno ricevuto il Delfino d’Oro

532

La massima onorificenza cittadina è stata consegnata stasera in apertura della seduta del Consiglio comunale di Carmagnola. Applauditi anche i precedenti vincitori del Delfino presenti in sala.

Il Delfino d’Oro, massima onorificenza cittadina, è stato formalmente consegnato questa sera, in apertura della seduta mensile del Consiglio comunale di Carmagnola, ai premiati 2018 individuati dalla III Commissione consiliare: Felice Giraudo e Sandro Magagna.

Il presidente della Commissione, Pasquale Sicilia, ha fatto gli onori di casa, leggendo le motivazioni che hanno portato all’assegnazione del Delfino ai due vincitori (su una rosa di circa 10 candidature espresse).

L’ingegner Magagna, fondatore della ECS nel 1988, ha installato impianti ad alta tecnologia in tutto il mondo, dando lavoro con la sua azienda a oltre 200 persone, e ha avuto il merito di coniugare l’attività imprenditoriale con l’impegno sociale a favore della Comunità.

Di Giraudo, ex sindaco di Carmagnola per oltre 15 anni, sono stati ricordati sia l’impegno amministrativo che quello nella valorizzazione della coltivazione della canapa, tramite Assocanapa da lui fondata.
Ha fatto crescere Carmagnola creando le condizioni per il rilancio sociale della città. Grazie a lui ci sono strutture per tenersi in forma e con le sue azioni ha contribuito a migliorare le condizioni di vita a Carmagnola“, ha sottolineato il sindaco Ivana Gaveglio.

Quindi la consegna delle targhe, di fronte a una sala affollata. Presenti tra gli altri anche il nuovo comandante della stazione locale dei carabinieri , il neo arciprete della Collegiata don Dante e la comandante della Polizia locale, Donatella Creuso.

Magagna ha ringraziato anche chi ha proposto la sua candidatura, oltre all’Amministrazione per avergli conferito il Delfino: “Un’onorificenza del tutto inaspettata, che cade nei 30 anni di fondazione della mia azienda. La dedico ai miei genitori, alla mia famiglia e a tutti i ragazzi che lavorano con me ogni giorno“.

Giraudo ha esordito con una battuta, sottolineando come per oltre 40 anni si è trovato a parlare (in altre vesti) nella sala del Consiglio comunale e a Palazzo.
Mi ha fatto piacere che nella motivazione del premio ci fosse anche l’impegno sociale“, ha dichiarato, ricordando le tante Cooperative da lui fondate “che oggi danno lavoro a persone di tutte le razze e di tutte le età“. 

In chiusura di cerimonia, il sindaco Gaveglio ha voluto consegnare a tutti gli i “Delfini d’Oro” presenti in sala una spilla celebrativa.
Tra loro Agnese Casalis (2002, per l’impegno sociale), Gianfranco Giombini (2003, sport), Giuseppe Racca (2003, impegno sociale), Oscar Casanova (2005, cultura e ambiente), Maresita Brandino Tagini (2007, impegno sociale), Carla Chiari (2009, impegno sociale), Valerio Favaro (2012, impegno sociale) e Gabriele Mai (2014, impegno sociale).