Giustizia e Sicurezza: convegno a Carmagnola con i Liberi Conversatori

170

L’8 maggio a Casa Cavassa di Carmagnola si tiene il convegno “Giustizia e Sicurezza: i cittadini ci credono ancora?”, a cura dell’Associazione Liberti Conversatori; modera il giornalista carmagnolese Simone Nasso.

Alessandro Salamone Carmagnola Liberi Conversatori
Alessandro Salamone, presidente dei Liberi Conversatori, l’Associazione che organizza il convegno dedicato a Giustizia e Sicurezza

Mercoledì 8 maggio 2024, alle 20:30 nel salone nobiliare di Casa Cavassa, sede della Soms Francesco Bussone in via Valobra 143 a Carmagnola, si terrà un convegno dal titolo “Giustizia e sicurezza: i cittadini ci credono ancora?”.

L’evento, moderato da Simone Nasso, giornalista e scrittore di Carmagnola, si aprirà con i saluti di benvenuto di Alessandro Salamone, presidente dei Liberi Conversatori, l’Associazione che ha organizzato la serata.

Intervengono Luca Pantanella, segretario generale FSP Polizia di Stato – Torino e presidente Alsil Onlus; l’avvocato Virginia Iorio del Foro di Torino e Pino Masciari, ex imprenditore e testimone di giustizia. Ingresso libero.

Roberto Formigoni a Carmagnola, tra passato, presente e futuro

«Sarà l’occasione per porre l’attenzione su temi di estrema attualità e importanza, che coinvolgono l’intera nostra nazione e, di riflesso, anche la nostra città: gogna mediatica, macchina del fango, presunzione di innocenza, diritto alla privacy per le categorie più vulnerabili, diritto all’oblio, reato di abuso d’ufficio e non solo -spiegano i promotori- Il tutto, inquadrato nella cornice più ampia del mondo dell’informazione, che dovrebbe svolgere la propria funzione nel rispetto del canone di essenzialità, senza nessuna spettacolarizzazione e senza alcun favoritismo. La gogna mediatica, infatti, rappresenta una delle peggiori forme di disinformazione, a volte genuina, altre volte deliberatamente pilotata».

Il messaggio dei ragazzi di Carmagnola contro le mafie in due cortometraggi

Nel corso del convegno verrà affrontato anche un altro argomento: la sicurezza. «Un tema che i cittadini hanno particolarmente a cuore e che, in un contesto come quello attuale, ha un ruolo e un’importanza cruciali, soprattutto per le fasce più deboli della popolazione», sottolineano i Liberi Conversatori.

«Fortunatamente abbiamo la possibilità di vivere in un territorio presidiato dalle Forze dell’Ordine, che ringraziamo per il grande lavoro che svolgono e la cui presenza costante ci rasserena -proseguono- Nonostante ciò è doveroso tenere sempre alta la soglia dell’attenzione e della sensibilizzazione al tema. Tale esigenza è concreta e serve per prevenire e combattere i reati più comuni e insidiosi contro i propri beni, come truffe, furti e rapine. La collaborazione tra Enti locali e Forze dell’Ordine permette di fare squadra contro il crimine».

Nella convinzione che la sicurezza sia un bene primario da tutelare, dall’Associazione concludono con uno stimolo a partecipare alla serata: «un cittadino informato sui rischi che può correre saprà meglio prevenirli e difendersi, un cittadino consapevole potrà essere assistito meglio».

Carmagnola si schiera contro le mafie, ricordando le vittime innocenti