Green Pass, nuove regole: ecco dove e quando sarà obbligatorio

2377

Il Governo ha introdotto nuove regole per l’accesso a eventi e locali pubblici, con Green Pass obbligatorio, per fronteggiare il ritorno del Covid-19. Ecco cosa cambia da agosto.

green pass nuove regole draghi 6 agosto
Il nuovo decreto legge del Governo Draghi, annunciato dal Presidente del Consiglio, prevede nuove regole per le attività sociali, con obbligo di Green Pass (foto: Commissione Europea)

Il Governo Draghi ha annunciato nuove misure urgenti per fronteggiare la pandemia da Coronavirus, prorogando fino al 31 dicembre 2021 lo stato di emergenza nazionale e introducendo nuove regole per le attività sociali ed economiche, con obbligo di Green Pass.

Dal 6 agosto sarà possibile svolgere alcune attività solo se si è in possesso di certificazioni verdi Covid-19 (Green Pass), ottenibili solo con l’inoculamento almeno della prima dose di vaccino o con la guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi) oppure dopo l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido, con risultato negativo (validità 48 ore).

Covid-19 nel Carmagnolese: la curva resta piatta; 12 i Comuni Covid-Free

Questa documentazione sarà richiesta poter svolgere o accedere alle seguenti attività o ambiti:

  • Servizi per la ristorazione (bar, ristoranti, ecc.) per consumo al tavolo al chiuso
  • Spettacoli ed eventi sportivi
  • Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre
  • Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso
  • Sagre e fiere, convegni e congressi
  • Centri termali, parchi tematici e di divertimento
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione
  • Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • Concorsi pubblici.

I titolari o i gestori dei servizi e delle attività sopra indicate sono tenuti a verificare che l’accesso avvenga solamente da parte di persone munite di Green Pass.

Vaccino anti-Covid in Piemonte, al via le pre-adesioni per gli under 16

In caso di violazione sono previste multe da 400 a 1000 euro, sia a carico dell’esercente sia dell’utente. Qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

Nulla è invece richiesto per accedere a alberghi, negozi e centri commerciali, parrucchieri e barbieri, stabilimenti balneari, fabbriche, uffici, mezzi di trasporto (come treni, tram, metropolitane, autobus, ecc.), chiese e altri luoghi di culto.

Un acero alla Teksid di Carmagnola “per ricordare le vittime del Covid”

All’interno delle nuove regole, oltre all’obbligo di Green Pass, sono state definite anche misure specifiche per eventi culturali e sportivi.

In zona bianca e in zona gialla, gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all’aperto, sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale.

In zona bianca, la capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata all’aperto e al 25 per cento al chiuso, nel caso di eventi con un numero di spettatori superiore rispettivamente a 5.000 all’aperto e 2.500 al chiuso.

Inoltre, per la partecipazione del pubblico agli eventi e alle competizioni di livello agonistico riguardanti gli sport individuali e di squadra, in zona bianca la capienza consentita non può essere superiore 50 per cento di quella massima autorizzata all’aperto e al 25 per cento al chiuso.

Sono iniziate le vaccinazioni anti-Covid nelle farmacie del Piemonte

Dal 6 agosto cambiano anche i criteri per la scelta della colorazione (bianca, gialla, arancione, rossa) delle Regioni: conteranno il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 e il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva.

Per restare in zona bianca, le Regioni dovranno avere un’incidenza settimanale dei contagi inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive oppure un tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 uguale o inferiore al 15 per cento o un tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 uguale o inferiore al 10 per cento

Il Governo ha infine previsto la somministrazione di tamponi rapidi a prezzo ridotto fino al 30 settembre.

Crisi Covid-19 e povertà, allarme sociale a Carmagnola