Il Circolo Arci Margot di Carmagnola si prepara alla riapertura

675

Si avvicina la riapertura del Circolo Arci Margot di Carmagnola, in programma giovedì 6 maggio: sono in programma sia nuovi eventi che il ritorno di corsi e dibattiti.

Gli aggiornamenti sulle attività del Margot verranno comunicati sulle pagine Facebook e Instagram.

Dopo una lunga chiusura, il Circolo Arci Margot ha annunciato la riapertura per giovedì 6 maggio, alle ore 18:30. Tutti gli eventi saranno organizzati nel pieno rispetto delle norme anti-Covid.

La possibilità di riprendere le attività è stata inaspettata: lo abbiamo saputo la settimana scorsa e, dopo il periodo di Pasqua, non immaginavamo di passare in zona gialla -commenta Alina Seiceanu, presidente del Circolo– Il Margot non era mai rimasto chiuso tanto a lungo, prima degli ultimi mesi. C’è molto da riprendere, dai corsi agli eventi, fino al gruppo di acquisto solidale“.

Circolo Margot: la presidente Alina Seiceanu si presenta, tra progetti e idee

Siamo molto speranzosi di tornare alla routine: in questa fase, a distanza, si è rivelato difficile mantenere i contatti virtuali -prosegue la presidente- Seguire laboratori e conferenze in streaming è stata un’esperienza totalmente diversa dal solito: è mancato l’elemento sociale, che costituisce il cuore del Margot. Vorremmo cogliere l’occasione per ricostruire il tessuto del Circolo, dando opportunità di confronto e di interazione.

La vice-presidente Anna Elia spiega le attività svolte negli ultimi giorni. “Abbiamo già iniziato a riordinare, per mettere a disposizione gli spazi esterni: si potrà usufruire del dehors, a capienza ridotta (circa 45-60 persone) -dettaglia- Stiamo già pianificando le prime serate, con quattro dj set, a partire dal prossimo weekend quando suoneremo musica indie e contemporanea; non si ballerà, ma sarà possibile ascoltare la musica dai tavoli, nel rispetto delle misure di sicurezza”.

Tante anche le attività che il Circolo Arci ha in programma per le settimane a venire: “Ci interesserebbe ridare una spinta agli eventi e ai dibattiti di carattere culturale, la cui fruizione, durante il lockdown, non è stata molto soddisfacente -conclude Elia- Per quanto possibile, tenteremo di mantenere una certa continuità, soprattutto in vista dell’estate; non è da escludere una collaborazione con Casa Frisco per alcune attività, nonostante l’organizzazione non sia sempre facile. Continueremo ad aggiornare il sito e le nostre pagine social, dove pubblicheremo le nuove proposte“.

Il Circolo Arci Margot aderisce a un progetto nazionale di accoglienza