La mensa popolare di Casa Frisco si adegua ai tempi del Coronavirus

321

La mensa popolare di Casa Frisco, nata con l’obiettivo di creare un nuovo modello di ristorazione capace di essere al servizio della comunità, si adegua ai nuovi stili di vita imposti dal Coronavirus.

mensa popolare casa frisco carmagnola
Alcuni addetti della mensa popolare di Casa Frisco (immagine di repertorio pre Covid-19)

La mensa popolare di Casa Frisco, nata con l’obiettivo di creare un nuovo modello di ristorazione capace di essere al servizio della comunità, si adegua ai nuovi stili di vita imposti dal Coronavirus, pur mantenendo le proprie caratteristiche di cucina famigliare ma di qualità con un servizio accessibile a tutti e tutte.

Abbiamo scelto di rispondere al bisogno popolare delle persone di voler stare insieme attraverso il cibo, un esigenza quanto mai contemporanea nel periodo di lockdown -spiegano da Casa Frisco- Abbiamo accolto l’esigenza di molti di poter ricevere direttamente a casa non solo il menù del giorno, ma anche di scegliere un modello di cucina attento all’impatto sociale e ambientale“.

Con l’avvio della Fase 2, alla consegna a domicilio si è aggiunta la possibilità del ritiro del menù direttamente a Casa Frisco, previa prenotazione.

Inoltre, per tutti i soci e le socie, sarà possibile viaggiare tra i continenti senza muoversi da casa con il lancio del “Giro del Mondo da asporto”: ogni settimana un menù di una cucina etnica tradizionale consegnato direttamente a casa, per continuare a condividere attraverso il cibo le culture.

La riapertura della cucina, avvenuta già in aprile, ha quindi permesso l’organizzazione (sempre a domicilio) di alcune pranzi collettivi che le norme per il contenimento del Covid-19 avrebbero annullato: il Pranzo del Partigiano, il pic-nic del Primo Maggio, la Festa della Mamma.
Con questi servizi, rigorosamente con consegna a domicilio, la Mensa è riuscita a trasmettere la sensazione di aggregare persone, anche se distanti, in occasione di quelle festività che tradizionalmente si celebrano in piazza, a Casa Frisco o in gruppo“.

L’emergenza Covid, infine, non ha interrotto il servizio di redistribuzione alimenti e di spesa solidale, che durante l’emergenza è continuato e si è ora anche trasformato in servizio a domicilio.

Per ulteriori informazioni e contatti, visitare la pagina Facebook.